Prima macchina per stampaggio a iniezione 100% elettrica

by Redazione 0

roboshot

roboshotDal 5 al 9 maggio Fanuc partecipa a Plast 2015, il Salone internazionale per l’industria delle materie plastiche che si svolge nella FieraMilano di Rho (MI). Si tratta del debutto ufficiale di Fanuc Italia a una manifestazione dedicata al settore della plastica, a seguito della riunione delle tre divisioni CNC, Robot e Robomachine avvenuta il 1° aprile dello scorso anno. Presso lo stand CD 171-172 al pad. 24, sarà esposta Roboshot, la prima pressa elettrica per stampaggio a iniezione.
Fanuc ha scelto di essere presente in forze con uno stand di 200 mq in cui presentare due taglie della macchina con tecnologia di stampaggio a iniezione elettrica: la Roboshot α-S150iA (da 150 t) e la α-S50iA (50 t), entrambe in dimostrazioni dal vivo e con stampaggio rispettivamente di bicchieri in plastica e cestini con logo sovraimpresso.
Sia la α-S150iA che la α-S50iA sono equipaggiate con un CNC 31i-B e affiancate da un robot cartesiano per lo scarico dei prodotti: la 150 monterà anche un robot antropomorfo per impilare i bicchieri, dimostrando le soluzioni complete rese disponibili dalle più avanzate tecnologie Fanuc.
I vantaggi dell’azionamento elettrico rispetto al tradizionale idraulico sono molteplici: anzitutto maggior pulizia, dato che non ci sono perdite, scarti o fluidi che potrebbero rischiare di contaminare il prodotto, requisito fondamentale nelle lavorazioni per l’industria alimentare, medicale e farmaceutica. Inoltre consente di ottenere notevole risparmio energetico: Roboshot necessita del 10-15% di energia in meno rispetto ad altre macchine elettriche e fino al 70% in meno rispetto alle macchine idrauliche di taglia comparabile, grazie al recupero energetico intelligente ottenuto sfruttando l’avanzata tecnologia dei servoazionamenti Fanuc. Infine, garantisce la miglior ripetibilità del prodotto: il motore elettrico permette di effettuare una taratura personalizzata dei parametri operativi secondo le diverse esigenze di lavorazione e i movimenti sono estremamente precisi. Indipendentemente dal numero di parti prodotte la velocità di iniezione rimane costante, garantendo livelli straordinariamente alti di coerenza e precisione.