Nuovo Headquarters & Technology Center per Prima Industrie

by Redazione 0

prima_industrie

Prima Industrie ha inaugurato il 23 maggio scorso a Collegno, in provincia di Torino, il nuovo “Headquarters & Technology Center” destinato ad accogliere gli uffici direzionali del gruppo, che opera in 80 paesi con otto stabilimenti, altrettanti centri R&D, e circa 1.600 addetti per un fatturato, nell’esercizio 2015, di 365 milioni di euro.
A fianco del presidente e fondatore del gruppo, Gianfranco Carbonato, all’inaugurazione erano presenti il Governatore della Regione Piemonte Sergio Chiamparino, il sindaco di Torino Piero Fassino e il neopresidente di Confindustria Vincenzo Boccia.

NECESSARI NUOVI SPAZI. “Con la crescita dimensionale di questi anni avevamo l’esigenza di creare un polo centrale in grado di coordinare in maniera forte le varie realtà del Gruppo – così Carbonato spiega la decisione di realizzare il nuovo quartier generale – . E’ un progetto che abbiamo immaginato per molti anni. Oggi finalmente abbiamo una casa per le tecnologie del nostro gruppo ed in particolare per i prodotti della nostra divisione Prima Power”. “In questa fase – aggiunge Carbonato – disponendo di una delle gamme più vaste al mondo di macchinari e fornendo alcuni dei maggiori clienti al mondo dei principali settori industriali, come Automotive, Aerospace & Energy, HVAC, Lift & Escalators, Yellow & Construction, è sempre più importante avere la possibilità di ospitare i nostri clienti per spiegare loro le nostre tecnologie. Questa è un’esigenza fondamentale per un gruppo tecnologicamente all’avanguardia come il nostro, che investe il 6,5% del fatturato in ricerca e sviluppo e offre prodotti fortemente innovativi”.

prima_industrie_smallSEDE GREEN. La nuova sede direzionale, costata 8,5 milioni di euro (oltre a 6,5 milioni di macchinari in esposizione), si articola su 5.000 metri quadrati, 2.500 dei quali dedicati agli uffici centrali di Prima Industrie e a quelli della divisione Prima Power. Lo spazio restante, Demo & Tech Center, è suddiviso tra la sala prove e dimostrazioni, dove sono in mostra 11 macchine, un’aula formazione da 80 posti e i servizi per l’accoglienza dei clienti.
L’edificio è stato costruito nei principi dell’edilizia sostenibile ed è autosufficiente dal punto di vista energetico grazie a pannelli fotovoltaici, pannelli solari termici ed un impianto geotermico. Anche la gestione dell’illuminazione è automatizzata con un sistema domotico al fine di ridurre gli sprechi. Ciò consentirà di ridurre le emissioni di CO2 di circa 300 tonnellate l’anno.

MULTINAZIONALE CON IL CUORE A TORINO. Fondato nel 1977 – l’anno prossimo compirà 40 anni – Prima Industrie è strutturato in due divisioni: Prima Power, che sviluppa, produce e commercializza macchine laser e per la lavorazione della lamiera e Prima Electro, specializzata invece in elettronica embedded, motion control e CNC, sorgenti laser ad alta potenza.
Il gruppo possiede stabilimenti produttivi in Italia (Prima Industrie S.p.A, Prima Electro S.p.A, Finn-Power Italia Srl), Finlandia (Finn-Power Oy), Cina (Prima Power Suzhou Co. Ltd.) e Stati Uniti (Prima Electro North America Llc., Prima Power Laserdyne Llc.) nonché una presenza commerciale e di sssistenza tecnica in tutto il mondo.
“Siamo un gruppo internazionale ma il cuore e la testa sono a Torino, capitale Italiana dell’automazione in cui operano molte aziende leader in questo settore, con un tessuto fatto di Scuole e Università con un grande know-how specifico – sottolinea Carbonato -. Un rapporto tra l’azienda e il territorio che si sostengono a vicenda e di cui noi beneficiamo. Non a caso, da tempo stiamo portando avanti partnership con l’Università come ad esempio i master per valorizzare i giovani talenti e i centri di ricerca avanzata attivati in collaborazione con il Politecnico”.