Industria 4.0 in Cina richiede standard e reti più sicure

by Redazione 0

industrria40

L’associazione dell’industria tedesca VDMA intravvede un forte sviluppo di Industria 4.0 in Cina, ma lancia l’allarme sui rischi legati alla sicurezza informatica, ben lontana dai livelli internazionali, soprattutto se passerà la nuova legge sulla Cybersecurity, per quanto riguarda gli standard sulla criptazione dei dati che viaggiano in rete e l’accesso limitato alle infrastrutture.

Da anni le aziende lamentano la scarsa affidabilità dell’infrastruttura internet cinese e le difficoltà di stabilire connessioni protette (VPN) con stabilimenti e uffici in Europa. Anche l’obbligo di fornire, pur parzialmente, i codici sorgenti dei software utilizzati non viene apprezzata dalle aziende europee, che vogliono tutelare la propria riservatezza su segreti commerciali e industriali.

“Dal punto di vista della VDMA, l’attuale livello di integrità, qualità e affidabilità dei servizi digitali in Cina non soddisfa i requisiti necessari per Industria 4.0″, commenta Steffen Zimmerman, esperto dell’associazione tedesca sulla sicurezza industriale.

Rischia di non essere sufficiente nemmeno l’accordo stipulato l’anno scorso dal Governo tedesco con quello cinese per promuovere la digitalizzazione nel paese asiatico. I punti cardine del memorandum d’intesa – tra cui protezione della proprietà intellettuale, trasparenza e garanzie sulla protezione dei dati aziendali – verrebbero infatti inficiati dalla nuova legge quadro cinese sulla Cybersicurezza.

Più in generale, VDMA chiede ai governi di non ostacolare, con leggi ad hoc, l’interoperabilità di macchinari, dispositivi e impianti, condizione necessaria per favorire la digitalizzazione dell’industria, di cui possono beneficiare tutti i paesi e non solo quelli più industrializzati. Allo steso tempo andrebbero evitate le barriere commerciali celate dietro l’alibi della sicurezza informatica, applicando gli standard adottati a livello internazionale.

A questo proposito, l’associazione tedesca ha pubblicato quest’anno una guida pratica che descrive le misure di attuazione e i requisiti di sicurezza per favorire la diffusione di Industrie 4.0 con l’obiettivo di garantire la massima sicurezza già in fase di progettazione di nuove macchine o impianti industriali.