Imprese italiane, acceleratori e segni di vitalità

by Redazione 0

WCA-2014

WCA-2014Mentre la rilevazione trimestrale condotta per Unioncamere da InfoCamere sulla nati-mortalità delle imprese italiane ha registrato nel primo trimestre 2014 una decisa inversione di tendenza (con un saldo di –24.490 aziende contro le oltre 31 mila d’inizio 2013), per le start-up che vogliono accelerare il proprio progetto d’impresa c’è il sostegno economico e professionale su Internet, Digital, Mobile Evolution e Green, attraverso Working Capital Accelerator.
Il progetto, nato nel 2009 e finora supporto di 179 nuove imprese assegnando 109 grant d’impresa, è il programma attraverso cui Telecom Italia aiuta start-up e talenti a realizzare il proprio sogno.
L’edizione 2014, dall’eloquente titolo “Make in Italy!”, allarga il suo orizzonte e nella sua Call for Ideas si rivolge anche a iniziative internazionali, con in palio 40 grant del valore di 25 mila euro ciascuno. Il programma dura da luglio a novembre, periodo durante il quale le start-up verranno seguite da mentor di livello internazionale e sostenute nell’affinamento dell’idea d’impresa, nella definizione del modello di business e nello sviluppo del prodotto. Possono partecipare studenti, liberi professionisti e società costituite da meno di 24 mesi, caricando la propria idea sul sito entro e non oltre il 9 maggio 2014. Il progetto è inoltre presente fisicamente in quattro città italiane: Roma, Milano, Bologna e Catania, in più di 2500 mq di spazi a disposizione di innovatori, ricercatori e start-up per incontrarsi, confrontarsi e costituire joint venture, con lo scopo di velocizzare e ottimizzare la realizzazione delle loro idee.
All’interno dell’iniziativa, due novità: il Seed Investment Program, programma attraverso cui Telecom Italia investirà 4,5 milioni di euro in opzioni e equità di start-up, e la nuova piattaforma di crowd-founding che si affiancherà a Repository, attraverso cui sarà possibile trovare finanziamenti utilizzando gli strumenti della Rete.