Google Glass Enterprise Edition 2 – più potenti ed economici

by redazione 0

foto 1

Google torna a puntare sui suoi occhiali smart lanciando, dopo il ritiro della prima serie, mai effettivamente commercializzata, i Google Glass Enterprise Edition 2.

La nuova edizione degli occhiali, progettati dai laboratori X, per consentire da un lato alle imprese di migliorare la qualità della loro produzione e dall’altro ai dipendenti di lavorare in maniera più smart, veloce e sicura, vanta novità interessanti.

I nuovi Google Glass offrono un’assistenza brillante, a comando vocale, head-up display, videocamera, Wi-Fi, Bluetooth, touchpad multi-gesture e microfono, il tutto in un design leggero e confortevole, studiato per essere indossato tutto il giorno. Il nuovo occhiale sarà in vendita a 999 dollari, proprio per questo promette di fare concorrenza ai Microsoft Hololens 2, attualmente sul mercato con una quotazione a partire da 3.500 dollari.

Sinora i vantaggi offerti alle aziende dall’impiego dei Google Glass, nei settori come la logistica o la produzione, sono stati notevoli: secondo i dati di Google, gli smart glass hanno velocizzato i lavori, migliorato la qualità degli interventi e abbassato i costi, grazie alla possibilità per i dipendenti di accedere ad esempio a liste di controllo, istruzioni, nonché di gestire foto e video direttamente dall’head-up display.

Google Glass Enterprise Edition 2: le novità

Venendo al sodo, quali sono le caratteristiche della nuova versione di questa seconda generazione dei Google Glass Enterprise?  La prima importante novità riguarda l’utilizzo della piattaforma Qualcomm Snapdragon XR1 (inclusiva di Qualcomm Quad Core da 1.7GHz), che nella pratica si traduce in una maggior potenza di calcolo e un motore di intelligenza artificiale a disposizione delle applicazioni.

Secondo Google, il nuovo processore quad-core da 1.7 GHz è ‘significativamente più potente rispetto a quello Intel Atom del precedente modello’. Questo nuovo componente dovrebbe anche migliorare l’autonomia, grazie anche all’ USB Type-C che consente la ricarica rapida del dispositivo.

Prevista una memoria di 3GB di memoria inclusa e uno spazio di archiviazione di 32 GB, nonché una connettività Bluetooth 5.x AoA. 

Novità anche per la fotocamera che è stata potenziata per migliorare la qualità delle immagini e la capacità di riconoscimento di volti, oggetti e ambienti. Il sensore arriva a 8MP, mentre il display per la proiezione delle immagini raggiunge una dimensione di 640×360.

Gli occhiali sono dotati di sensore di rilevamento della testa e sensore dello schermo Eye-on. Inoltre sono resistenti all’acqua e alla polvere. Tutto ciò in soli 46 grammi.

Gli utenti privati non potranno acquistarli. Nonostante i Google Glass siano nati come prodotto studiato e venduto ai consumatori, non hanno mai spiccato il volo, soprattutto per via del prezzo (1.500 dollari), ma anche per i problemi di privacy legati alla videocamera integrata. Così la loro breve storia si è conclusa nel 2015, quando Google li ha ritirati per poi continuare a rivolgersi al solo mercato delle aziende.

di Beatrice Elerdini