Aggiornamenti Autodesk per CAM

by Redazione 0

powermill

Autodesk ha presentato in questi giorni la la gamma 2017 di prodotti per Computer Aided Manufacturing (CAM) destinati alla programmazione di macchine CNC per fresatura e tornitura, fino alla produzione di stampi. Le soluzioni CAM 2017 comprendono versioni potenziate di FeatureCAM per automatizzare la programmazione di macchine CNC; PartMaker per la produzione di precisione di parti con torni Swiss-type; PowerMill per la progettazione di stampi, matrici e altri componenti complessi; PowerShape per la progettazione 3D di parti complesse; e il software di controllo PowerInspect indipendente dall’hardware.

“I produttori devono poter produrre e innovare più velocemente che mai per continuare ad essere competitivi in un mercato ridefinito da un nuovo futuro di fare le cose – nota Mark Forth, manager of manufacturing industry strategy di Autodesk -. I nuovi prodotti consentiranno ai nostri clienti di apprendere, migliorare e padroneggiare tecniche avanzate di produzione che portano a una migliore progettazione e funzionalità dei prodotti e a una commercializzazione più rapida e efficiente”.

DISPONIBILITÀ. Le versioni 2017 di PowerMill, PowerShape, PowerInspect e FeatureCAM sono disponibili dal 1 agosto per i nuovi e attuali clienti in tre versioni: Standard, Premium e Ultimate. PartMaker 2017 sarà incluso in FeatureCAM Ultimate. Tutti i prodotti saranno disponibili con licenze permanenti e di mantenimento e tramite Autodesk Subscription, un’opzione di acquisto che fornisce accesso ai software desktop Autodesk con costi iniziali inferiori per soddisfare un’ampia gamma di esigenze di business e diversi budget.

LAVORAZIONI MECCANICHE. Autodesk FeatureCAM è una soluzione di semplice utilizzo per le macchine e i centri per la fresatura e tornitura, e per macchine EDM (electrical discharge machines) a cavo. La versione 2017  introduce alcune novità come la programmazione per i torni dual-path e Swiss-type, capacità di importare e visionare le informazioni relative al prodotto e alla produzione direttamente dal modello in modo da visualizzare le specifiche del progetto e accesso a funzionalità che permettono la pre-foratura quando si utilizzano percorsi utensile Vortex, evitando lo spostamento su rampe elicoidali.
PartMaker 2017, destinato alla produzione di parti complesse e ad alta precisione con torni Swiss-type, è ora disponibile nella versione FeatureCAM 2017 Ultimate.

COSTRUZIONE DI STAMPI. PowerMill 2017 consente di produrre, in modo rapido e efficiente, stampi, matrici e altri componenti complessi. Tra le nuove funzionalità introdotte con l’ultima versione segnaliamo percorsi utensili più efficienti per la finitura offset 3D, un maggior numero di comandi per la simulazione e logiche basate sui vincoli per una produzione più sicura ed efficiente. Inoltre, per la prima volta, il programma offre strategie per creare particolari tecniche di lavorazione per le macchine a 5 assi per la tornitura e fresatura.

PROGETTAZIONE DI PARTI COMPLESSE. PowerShape 2017 è l’applicativo dedicato alla progettazione di parti complesse in 3D, ora dotato di funzionalità di accessibility shading per identificare aree di parti che non possono essere prodotte con macchine a 3 assi, nonché di un nuovo strumento di rib capping per creare automaticamente le superfici, evitando che gli strumenti da taglio eseguano la lavorazione di scanalature che saranno prodotte da EDM. Con un unico comando – spiega Autodesk – vengono create centinaia di superfici, risparmiando il tempo dedicato alla modellazione manuale. Tra le novità dell’edizione 2017 anche una procedura guidata con maggiore integrazione hardware EDM e una maggiore adattabilità delle superfici nei mesh di triangoli.
Autodesk PowerInspect, invece, semplifica il controllo di forme complesse, fornendo un’unica soluzione per un’ampia gamma di dispositivi di misurazione. Le nuove funzionalità comprendono il supporto di apparecchi per la misurazione portatili, macchine CMM (coordinate measuring machines) e OMV (On Machine Verification) in un unico pacchetto, mentre la funzione ViewCube consente di visualizzare i risultati del controllo e creare specifici report; un meccanismo “single click” per richiamare le principali prospettive CAD rende ancora più veloce e semplice la creazione di immagini dei report relativi ai controlli. Sono stati apportate migliorie anche alle prestazioni point-cloud per sfruttare sfruttare le funzionalità presenti nei più recenti dispositivi di scansione. Infine, un punto singolo di nuvola di punti dedicato permette di valutare, in modo semplice, i punti di destinazione a partire dai dati di scansione laser.