Smart&Start, 339 startup finanziate in un anno

by Redazione 0

smart-start

smart-startOltre un migliaio di domande fra cui 339 andate a buon fine, per un totale di 63 milioni di euro di finanziamenti concessi a startup innovative del Mezzogiorno. Sono questi, a un anno esatto dal suo avvio, i numeri di Smart&Start, il progetto promosso dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) e gestito da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, volto a sostenere i modelli di business innovativi in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia e Comuni del Cratere Sismico Aquilano.
In particolare, dallo scorso 4 settembre 2013 sono giunte 1092 richieste di finanziamento, il 27% delle quali da donne e il 51% da giovani. Il tasso di ammissione è stato del 35%, mentre l’81% delle richieste ha interessato imprese non ancora costituite. Tra le iniziative agevolate, hanno primeggiato quelle dedicate a cloud computing, e-commerce, infrastrutture ICT e green economy.
La Campania è stata la regione più attiva con 437 domande avanzate, seguita da Sicilia (302), Puglia (162), Calabria (134), Sardegna (22), Basilicata (19) e Abruzzo (16). Il 67% delle richieste è stato presentato da nuove imprese che operano nell’economia digitale, il 17% da imprese che operano nell’innovazione di processo o di prodotto e il 16% da imprese che puntano a valorizzare i risultati della ricerca. Grazie all’accordo firmato tra Invitalia ed ENEA (l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) lo scorso maggio, inoltre le startup finanziate attraverso il progetto potranno accedere a nuovi servizi, come le attività di tutoraggio e la messa disposizione di sedi ENEA, per favorirne il consolidamento produttivo e tecnologico.