Sistemi di azionamento per servomotori

by Redazione 0

simco

simcoGli azionamenti simco drive sono stati sviluppati dalla Wittenstein di Sesto San Giovanni (MI) nella divisione Motion Control per il controllo dei servomotori AC nella gamma di potenza fino a 500 W di funzionamento continuativo e brevi picchi fino a 1 kW. Sono disponibili in due varianti: per armadio elettrico con grado di protezione IP20 e per installazione decentrata con grado di protezione IP65. Possono essere utilizzati in applicazioni stand-alone (grazie alla programmabilità dei profili di moto) oppure integrati nella struttura dell’impianto tramite bus di campo con protocolli CANbus, EtherCAT e ProfiNET RT/IRT.
L’azionamento offre tutta la sicurezza richiesta: grazie alla funzione STO (Safety Torque Off), integrata secondo SIL 2 (e la certificazione SIL 3 è in corso), è possibile interrompere istantaneamente l’erogazione della coppia in caso di emergenza. Altri punti di forza? Ingombri ridotti con una forma costruttiva ottimizzata, cablaggio dimezzato per mezzo della connessione ibrida segnale/potenza “tutto in uno”, messa in servizio semplificata grazie all’interfaccia software MotionGUI che guida l’utente in modo intuitivo e permette di eseguire diagnosi, ottimizzazione e parametrizzazione dell’azionamento.
Gli azionamenti possono essere combinati con diversi servomotori e servoattuatori, per creare un sistema a misura di ciascuna esigenza. Ad esempio, con i servomotori cyber dynamic line formano una coppia perfetta per applicazioni “leggere” a elevata dinamica, che richiedono grande precisione di posizionamento, come nell’industria elettronica, nella robotica, sulle macchine utensili o in settori meno standardizzati, ad esempio sugli assi di strumentazioni metrologiche termosensibili. Un’altra combinazione vincente si ha anche con i servoattuatori TPM+ con tensione DC bus a 24 e 48 V, particolarmente apprezzati per l’elevata dinamica, l’alta densità di potenza i bassi momenti di inerzia e una resistenza torsionale ottimale.