Sistema portacavi con catene in acciaio per il telescopio solare 

by redazione 0

robuste_catene_portacavi

Con l’aiuto del telescopio solare DKIST, i ricercatori della US National Science Foundation (NSF) vogliono esplorare i cambiamenti del sole e i loro effetti sulla terra. La società spagnola IDOM, che ha commissionato la costruzione della cupola mobile del telescopio ha scelto le catene portacavi di KABELSCHLEPP.

Questa installazione è caratterizzata non solo da speciali dimensioni e movimenti di rotazione, che le catene portacavi devono sostenere. A causa della straordinaria collocazione del telescopio, posto su un vulcano a 3000 metri di altitudine, è richiesta la massima sicurezza operativa con una manutenzione minima. Il compito è stato quello di portare a termine il progetto completo dalla prima bozza sino alla messa in servizio finale in loco. Già dalla progettazione dei singoli componenti e gruppi costruttivi sono state tenuti in particolare considerazione importanti aspetti, compreso il montaggio di semplice esecuzione, dimensioni adatte al trasporto e
manutenzione ridotta al minimo.

Al fine di garantire un approvvigionamento sicuro per i numerosi sistemi di utenza, il telescopio gigante è equipaggiato con due sistemi portacavi distinti: due catene portacavi in acciaio coprono l’asse verticale („Azimuth“), caratterizzata da un angolo di rotazione di 420°. Un secondo sistema portacavi è dotato di numerose singole catene collegate alle paratie mobili nella zona del tetto, lungo l’asse orizzontale („Altitude“), per l’alimentazione di energia, dati e soprattutto di refrigerante; l’angolo di rotazione per questa disposizione è di ca. 105°. Catene portacavi in acciaio con traversini in alluminio, adatti a questa applicazione, garantiscono una guida ottimale
delle guaine molto pesanti e di grandi dimensioni e dei cavi. Inoltre le catene in acciaio devono supportare enormi sbalzi di temperatura e devono mantenere una elevata e affidabile funzionalità, a vantaggio della massima durata di vita.

Per garantire la sicurezza di funzionamento dell’impianto in loco, KABELSCHLEPP ha montato in anteprima tutto il sistema Azimuth in Germania, sottoponendolo a test dettagliati. Gli esperti hanno predisposto il trasporto per le Hawaii e il completo processo di montaggio mediante moduli pre-assemblati e un perfetto piano di spedizione concordato in modo efficiente. Tutte le catene portacavi sono state montate in loco con la supervisione di KABELSCHLEPP da una ditta specializzata. Dopo il collaudo completo la soluzione straordinaria di KABELSCHLEPP
è in attesa della messa in funzione ufficiale: il telescopio solare alle Hawaii sarà operativo nel 2019.