Sette braccia per i nuovi sistemi 3D collaborative

by redazione 0

960a1470

Il prototipo di Siemens è in grado di comunicare e collaborare con robot simili per ottimizzare la produzione


Ad una prima occhiata sembra proprio un ragno robotico. In realtà è molto di più: è una stampante 3D capace di collaborare con altre macchine per la stampa di superfici e strutture complesse.

SiSpis è un prototipo messo a punto dal team di ricercatori Siemens di Princeton (USA) il cui scopo è accelerare la produzione su larga scala di strutture per il settore aerospaziale e automotive, come scocche e fusoliere.

Questi sistemi non solo lavorano in collaborazione con altri dispositivi simili, ma comunicano tra di loro attraverso software e algoritmi al fine di ottimizzare la pianificazione del lavoro da svolgere.

Questo robot-ragno è in grado di riconoscere quando la batteria è scarica, dirigersi verso la stazione di ricarica predisposta e “chiamare” un altro robot per completare il suo lavoro. Lo scambio di informazioni, in questo caso, è immediato tra le due macchine.

Ogni robot è dotato di una telecamera e di un laser scanner in grado di mappare lo spazio circostante. Inoltre, i dispositivi sono integrati con tecnologia WIFI e Bluetooth per la condivisione di informazioni.

Il prototipo è al momento in grado di stampare superfici piane ma il team di Siemens si sta già attivando per offrire più opzioni in futuro, a partire dalla capacità del robot di lavorare con diversi materiali.

“Attualmente abbiamo realizzato tre robot e stiamo perfezionando il loro modo di collaborare. Il prossimo passo sarà introdurre nuove capacità in linea con i diversi processi industriali, aumentare la robustezza e ottimizzare il design” questi sono gli obbiettivi futuri dichiarati da Livio Dalloro (in foto con il prototipo), Head reserch di Siemens Corporate Technology.