Servoattuatori ad alte prestazioni

by Redazione 0

WMC-Servo-Actuator_Exempted_730

Bassi ingombri e alte prestazioni: sono le caratteristiche dei nuovi servoattuatori modulari Premo di Wittenstein, liberamente configurabili in base alle applicazioni per ottenere unità motore-riduttore flessibili e scalabili.

I servoattuatori sono stati progettati per ottimizzare gli spazi (grazie alla tecnologia monocavo digitale), con ingombri ridotti che semplificano l’integrazione anche in spazi di montaggio particolarmente ristretti come quelli che caratterizzano robot, manipolatori automatici, macchine utensili o linee di riempimento e confezionamento.

Le tre linee esistenti – base line, advanced line e high line – offrono numerose possibilità di configurazione: encoder digitali EnDAT 2.2, Drive-CLiQ o Hiperface DS secondo SIL2, versione a uno o due connettori, freno di stazionamento a magneti permanenti, gioco torsionale ridotto e differenti varianti in uscita. L’azienda propone attualmente gli attuatori premo in tre taglie con rapporti di riduzione che vanno da 16 a 100, coppie fino a 455 Nm, velocità massima in uscita di 375 rpm e gioco torsionale ≤ 1 – 6 arcmin. In aggiunta, i dispositivi possono essere combinati con i sistemi linerari pignone e cremagliera di Wittenstein alpha.

Dal 29 settembre scorso Wittenstein AG non è più una società tedesca, ma di diritto europeo, dopo aver cambiato la forma legale in Wittenstein SE (Societas Europaea), trasformazione che ribadisce l’internazionalità del gruppo. L’identità legale dell’azienda e di tutte le sue filiali rimarrà invariata, così come i contratti in essere. La sede principale continuerà ad essere Igersheim, nel Baden-Württemberg (Germania) e, nonostante questo cambiamento, Wittenstein SE resterà un’azienda a gestione famigliare.