Se il mercato chiede, l’università risponde

by redazione 0

shutterstock_434172706

Sempre più aziende sono alla ricerca di profili altamente specializzati  in campo digitale al fine di aprire la strada verso l’industria del futuro. Internet delle Cose, IIoT, Big Data e Cyber Security sono solo alcuni degli aspetti 4.0 introdotti nei corsi di laurea degli atenei italiani.

A padova e a Castellanza si punta su ingegneria e meccatronica. Punta tutto sulla formazione dei nuovi data scientist la laurea magistrale introdotta nell’offerta formativa proposta dall’Università di Padova, dove il numero di matricole nei settori ingegneristici è salito a 3800 stabilendo un record per l’ateneo.

La Liuc di Castellanza mette in campo un nuovo master incentrato sulla meccatronica dove la domanda e offerta del mercato trova sempre una risposta concreta ai bisogni delle aziende e degli studenti.

Advanced Manufacturing, digital management e inserimento nel mondo del lavoro.  Il 2019, invece, vedrà l’avvio presso l’Università Federico II di Napoli di un percorso triennale sperimentale professionalizzante volto a “sfornare” una figura di ingegnere “junior” già perfettamente in grado di inserirsi nel mondo del lavoro. Anche l’ingegneria meccanica è una delle aree con maggiori richieste sia da parte delle aziende che dagli studenti, i quali possono formarsi grazie a un curriculum ad hoc in advanced manufacturing.

E-commerce, sicurezza informatica, gestione dei sistemi informativi – tutti rigorosamente trattati in lingua inglese – sono i temi sviluppati dalla veneziana Ca’ Foscari con l’attivazione di un curriculum triennale in digital management.