Robotica, quanto e come l’Italia è all’avanguardia

by Redazione 0

cover

coverSta facendo parlare non soltanto gli appassionati ma anche i professionisti e ricercatori (ben più degli amanti della fantascienza) il volume di Riccardo Oldani Spaghetti robot. Il made in Italy che ci cambierà la vita (Codice Edizioni).
Il libro approfondisce infatti come, lontano dai riflettori, i robotici italiani (notoriamente fra i più bravi e creativi del mondo) stanno sviluppando macchine intelligenti che presto potrebbero trasformare le nostre vite, rendendo ancora più realtà quanto fino a pochissimi anni fa era fantascienza: veri robot domestici in grado di farci compagnia, aiutarci nelle faccende di casa e prendersi cura di noi; nuovi robot operai capaci di lavorare fianco a fianco con i colleghi umani; inediti robot soccorritori in grado di salvare vite umane da incendi, alluvioni o terremoti; sofisticati robot chirurghi per curarci o più evoluti robot da indossare per darci forza e resistenza.
Le esperienze presentate da Oldani nascono dalla conoscenza diretta di situazioni d’avanguardia, conversazioni e interviste ai principali protagonisti dell’innovazione robotica, suggestive in quanto spiegano perché l’Italia sia una delle avanguardie mondiali nella ricerca.
L’autore racconta le moltissime eccellenze italiane, sconosciute ai più (il Prisma Lab all’Università “Federico II” di Napoli, la Scuola di Robotica a Genova e altre città, i progetti Robotica a scuola e Roberta su “le ragazze scoprono i robot”), delineando un futuro ormai prossimo in cui le macchine pensanti sono sempre più a contatto con noi, nelle fabbriche e a casa, nelle scuole e in ufficio.