Robot che si muovono come serpenti

by Redazione 0

carnegie-robot

carnegie-robotDopo averli visti muoversi più o meno velocemente e su terreni di ogni tipo, da qualche anno alcuni robot possono arrampicarsi proprio come serpenti. Migliorano sempre i prototipi ideati e realizzati dagli ingegneri dei Biorobotics Laboratory della Carnegie Mellon University di Pittsburgh in Pennsylvania, USA. Si tratta di robot modulari costituiti da diversi segmenti uniti tra loro con numerosi gradi di libertà, per cui ogni parte del robot può muoversi in ogni direzione indipendentemente dalle altre.
Il fulcro della tecnologia, come ha spiegato il professor Howie Choset, sono moduli interconnessi che permettono di assemblare con facilità e di programmare in pochi minuti robot per compiti specifici. I moduli lavorano un po’ come mattoncini del celebre Lego, riuscendo ad assemblarsi facilmente come tanti computer comunicanti via Ethernet per controllare l’intero robot. Più moduli equivalgono a robot più intelligenti, aumentando la funzionalità della macchina.
L’impressione è quella di un grosso serpente che può operare fra le macerie di zone colpite da un disastro, che usa le ruote per scendere da una collina o le gambe per entrare in edifici in rovina, a cercare sopravvissuti o altro. Il robot può anche essere collegato a un dispositivo gemello, controllato da remoto: “Costruiamo un braccio con ritorno di forza, il robot leader controlla l’altro, mentre il subordinato si muove come indicato dal leader”, ha spiegato Choset.