Ricircolo di sfere per grandi presse elettriche

by Redazione 0

NSK_vite_ricircolo_730px

Destinata alle grandi presse per stampaggio ad iniezione della plastica, la nuova vite a ricircolazione di sfere NSK possiede una chiocciola lunga 800 mm, che consente ai costruttori di queste macchine di aumentare i carichi assiali applicabili e allungare la vita operativa, senza pregiudicare la velocità operativa.

In particolare, la nuova vite è stata progettata per le presse ad azionamento elettrico con forza di chiusura di 3.000 tonnellate, o superiori, impiegate per produrre i grandi pezzi in materiale plastico destinati al settore automotive, come paraurti, moduli portiere e cruscotti.

Per gestire la produzione di viti a ricircolazione di sfere così grandi, NSK ha sviluppato una  innovativa tecnica di rettifica delle chiocciole. Elementi più lunghi, fino a 800 mm, possono infatti ospitare una maggiore quantità di sfere di carico, aumentando il massimo carico assiale applicabile di un fattore di 1,3, mentre la vita operativa è stata estesa di 2,8 volte.
Nonostante le dimensioni e la capacità di carico – spiega il costruttore giapponese – non stati fatti compromessi in termini di velocità: “Un progetto dedicato di circolazione delle sfere, che facilita un metodo di pick-up tangenziale basato su un deflettore proprietario, permette di raggiungere un’elevata velocità di rotazione anche con viti a ricircolazione di sfere aventi un diametro di 140 mm o superiore”.

NSK ha introdotto la prima serie di viti a ricircolazione di sfere a elevata capacità di carico nel 1996 e da allora ha continuamente ampliato la serie per rispondere alla domanda di velocità più elevate e lubrificazione ridotta. Le ultime versioni sono disponibili nei diametri di 140, 160 e 200 mm, con passi di 25, 30 e 32 mm.