Produzione additiva in metallo

by Redazione 0

renishaw

Renishaw porterà alcune soluzioni innovative alla prossima edizione di Affidabilità & Tecnologie, in programma il 20 e 21 Aprile a Torino Lingotto, spaziondo dalla stampa 3D di metalli alla spettrometria Raman, dal sistema di verifica dimensionale a bordo macchina fino al potenziamento della sala metrologica.

renishaw_am400STAMPA 3D IN METALLO. Tra le proposte più interessanti si segnala la produzione additiva in metallo, che consente di produrre pezzi finiti partendo da disegni CAD 3D. Le macchine Renishaw possono utilizzare polveri di diversi metalli: queste vengono stratificate con spessori che variano tra 20 e 100 micron e fuse in atmosfera controllata da un laser di alta potenza a fibra ottica. E le polveri non utilizzate possono essere riutilizzate per oltre il 95% grazie alla procedura Renishaw senza contatto operatore. Grazie all’esclusivo sistema di creazione dell’atmosfera inerte nella camera di lavoro., i costi per i materiali di consumo sono ridotti al minimo. Il controllo delle macchine è affidato ad un’interfaccia touch screen semplice ed intuitiva.

SPETTROSCOPIA E CALIBRI. La spettroscopia Raman è un altro punto di forza dell’offerta Renishaw, che a Torino esporrà uno strumento InVia. Per il controllo in produzione c’è invece Equator, un calibro flessibile e leggero, rapido, con alta ripetibilità che può essere utilizzato premendo un pulsante. Lo strumento opera per comparazione tra un pezzo campione validato in sala metrologica, e quelli di produzione: il risultato è un responso immediato sulla conformità di quanto prodotto. Equator può essere ricalibrato facilmente in caso di variazioni termiche anche notevoli, può passare in pochi secondi da un pezzo a un altro ed è ideale per processi di lavorazione flessibili o per ispezionare pezzi provenienti da macchine diverse.

SENZA CONTATTO. Per quanto concerne l’area di misura in sala metrologica, oltre alla testa PH20 e al sistema Sprint, sarà presentata la nuovissima testa REVO-2 che permette l’utilizzo della sonda di visione RVP (foto apertura), per misure su 5 assi senza contatto di pezzi che non possono essere ispezionati con i metodi a contatto, come lamine di metallo sottili e tutti quei componenti che presentano una grande quantità di fori di piccole dimensioni, con diametri anche di 0,5 mm.

PER CENTRI DI LAVORO. Per un controllo attivo sulla produzione a bordo di centri di lavoro, Renishaw presenterà a Torino il presetting utensili laser NC4 e il presetting a contatto radio RTS, che consentono di misurare gli utensili e rilevarne eventuali usure e rotture.
Sempre nell’ambito dell’ottimizzazione della produzione, sarà mostrato il sistema di diagnostica macchina utensile QC20-W che permette, in soli 10 minuti, di verificare le condizioni il corretto movimento del piano di lavoro della macchina al fine di produrre pezzi buoni al primo colpo.