Primo consorzio di ricerca europeo con sede in Italia

by Redazione 0

ceric-eric

ceric-ericSarà ospitato presso il centro di ricerca Elettra Sincrotrone di Trieste in AREA Science Park il nuovo consorzio centro-europeo CERIC-ERIC per le infrastrutture di ricerca per le scienze della vita e le nanotecnologie.
La nascita del nuovo consorzio è stato celebrata ufficialmente nel corso della riunione informale dei ministri europei della ricerca alla presenza del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca italiano, Stefania Giannini.
Basato su un investimento complessivo di oltre cento milioni di euro, il nuovo consorzio è un ERIC (“European Research Infrastructures Consortium”) cioè un’infrastruttura di ricerca distribuita, che riunisce i migliori centri e laboratori specializzati dei Paesi partecipanti. Il consorzio è il primo ad avere sede legale in Italia e oltre all’Italia ha come Paesi membri Austria, Repubblica Ceca, Romania, Serbia e Slovenia. Altri Paesi, fra cui Croazia, Ungheria e Polonia, aderiranno a breve.
CERIC-ERIC aggrega centri che sviluppano e mettono a disposizione dei ricercatori e delle industrie i più avanzati strumenti analitici per la caratterizzazione e lo sviluppo innovativo di materiali, come la luce di sincrotrone, la risonanza magnetica, la spettroscopia con neutroni e la microscopia elettronica. Questi mezzi troveranno applicazione in diversi ambiti tra cui scienze della vita, nanoscienze, nanotecnologie, conservazione dei beni culturali e ambientali, e scienze dei materiali.