Porte aperte alla Hermle

by Redazione 0

herme_open_house_dim

Nei giorni scorsi scorsi la tedesca Hermle ha aperto per quattro giorni le porte dello stabilimento di Gosheim ad oltre 2.600 visitatori che hanno potuto vedere in azione le ultime novità nei centri di lavoro e gli ultimi investimenti della società, tra cui il nuovo capannone di assemblaggio, all’interno del quale viene realizzata la macchina più grande in portafoglio, il modello C 60 U, del peso di oltre 33 tonnellate di peso. Nello stesso reparto, HLS (Hermle-Leibinger Systemtechnik GmbH) produce sistemi robotizzati per l’automazione dei centri di lavorazione Hermle.

herme_c250_particolareFRESATURA DALL’INIZIO ALLA FINE. Punto focale della open-house era mostrare l’intero sistema tecnologico alla base di una lavorazione di fresatura, partendo dalle fasi di progettazione dei pezzi, all’insegna del motto “Coinvolgente dall’inizio alla fine”.
Tra le macchine esposte a Gosheim, il nuovo modello C 52 U MT dynamic, che mostrava dal vivo la fresatura/tornitura simultanea su 5 assi di una girante coperta. Nello stesso contesto, i visitatori hanno potuto ammirare anche la tecnica di sicurezza completa dei modelli MT di Hermle in questi processi di lavoro sensibili.
Le prestazioni dei centri di lavoro sono state illustrate attraverso esempi pratici quali il componente di un propulsore aereo fabbricato in titanio, strumenti e impianti per la tecnica medicale, matrici di utensili e stampi, come pure classici pezzi dimostrativi come una scarpa da donna col tacco alto, un porta accendino, una maschera di carnevale in alluminio o una banana lunga 50 cm, praticamente identica ad una vera.

herme_c250_dimensC250. Degna di nota anche la nuova C 250, disponibile come la C400 (introdotta quattro anni fa) in versione modificata a ponte mobile, con bancale macchina in ghisa minerale. Nella versione a 3 assi, la tavola portapezzo fissa integrata è in grado di accogliere pezzi fino a 1.100 kg (600 x 550 x 450 mm), mentre in quella a 5 assi, la tavola roto-basculante NC può essere usata per lavorare ad alta precisione pezzi fino a 300 kg (Ø 450 x 355 mm).
Nella zona di lavoro rivestita in acciaio inox le corse sono pari a 600 x 550 x 450 mm con una distanza tavola-mandrino di 550 mm e un’apertura di porta di 688 mm. La macchina è dotata di un caricatore integrato per 30 utensili, ma si possono adattare su richiesta due caricatori addizionali con 50 o 88 posti utensili supplementari. Il pannello di controllo può essere orientato facilmente verso il punto di caricamento utensile, in modo che l’operatore possa inserire i dati caratteristici dell’utensile direttamente nella tabella utensili dell’unità di comando.
La macchina è dotata di serie dell’unità di comando Heidenhain TNC 640 con schermo piatto a colori TFT da 19’’, ma si può anche optare per il pannello di controllo Komort regolabile in modo ergonomico. Il “sistema diagnostico di manutenzione” (WDS) Hermle controlla costantemente lo stato della macchina, permettendo – in caso di necessità – una rapida diagnosi della macchina e una definizione degli interventi di manutenzione orientata alla condizione.