Ingegneri, al via i seminari sulle perizie per l’iperammortamento

by redazione 0

Industrial internet of things and industry 4.0 concept. Abstract blue background of technology graphic and automation wireless control robotic machine in smart factory with flare light effect.

La Legge di Bilancio 2017, per incentivare le tecnologie digitali nel sistema manifatturiero italiano, ha previsto forme agevolate di ammortamento per beni materiali (iperammortamento al 250%) e immateriali (140%) nell’ambito del Piano Industria 4.0. Per gli investimenti effettuati nel 2017 di valore superiore a 500mila euro, l’impresa beneficiaria dell’agevolazione dovrà disporre di una perizia giurata elaborata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti all’Albo professionale.

I seminari. Al fine di chiarire i principali aspetti legati all’iperammortamento, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha organizzato una serie di seminari informativi. Il primo si è tenuto a Bologna. Le prossime date previste sono: Trento (8 giugno), Cagliari (9 giugno), Bergamo (10 giugno) e Vicenza (13 giugno).

I contenuti. I seminari, dal taglio tecnico-pratico, avranno tra gli obiettivi quelli di illustrare l’ambito di applicazione dell’ammortamento agevolato, l’analisi di casi concreti e le problematiche più frequenti, la definizione delle modalità di elaborazione della perizia asseverata richiesta dalla normativa.

“Questa iniziativa – ha dichiarato Gianni Massa, Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale degli Ingegneri – risponde ad un doppio obiettivo che ci siamo posti. Il primo è quello di dare vita ad una scuola di formazione aperta al mondo esterno. Questi seminari si spingono in questa direzione, dal momento che sono aperti a tutte le forse sociali. Il secondo obiettivo è la valorizzazione del ruolo dell’ingegnere nell’Industria 4.0. Dobbiamo fare in modo che i processi di innovazione industriale non siano abbandonati agli aspetti burocratici ed economici ma che, al contrario, mettano al centro il progetto. Ciò può avvenire anche attraverso momenti formativi come questi”.

“Ci ha fatto molto piacere che questa iniziativa sia partita proprio dalla nostra città – ha commentato Simona Tondelli, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Bologna -. Il Piano Industria 4.0 costituisce una doppia opportunità per i professionisti, sia per l’attività di elaborazione delle perizie, sia per i vantaggi che si possono ricavare dall’iperammortamento. Il Piano, inoltre, consente a due settori dell’ingegneria, industriale e dell’informazione, di porsi al centro dell’attenzione del mondo ordinistico, contribuendo alla valorizzazione di questo tipo di competenze”.

Il Consiglio sta lavorando affinché in futuro i seminari vengano replicati presso altri Ordini provinciali. La partecipazione ai corsi dà diritto all’attribuzione di crediti formativi professionali. È prevista, infine, la trasmissione degli eventi in streaming.