Paracolpi per uso industriale, come rendere più sicuro il luogo di lavoro

by redazione 0

Paracolpi_Stommpy

Sono 635.433 le denunce di infortunio pervenute all’Inail nel 2017, – 0,2% rispetto ai dati relativi al 2016, di cui, tuttavia, 1.029 con esito mortale, in aumento del +1,1%. L’ultimo report disponibile attesta che alla diminuzione dei casi ha contribuito in modo decisivo la sola gestione Agricoltura, che ha registrato un calo del 5,2% (1.848 casi in meno), le Pubbliche Amministrazioni in Conto Stato, che hanno presentato un aumento dello 0,4% (443 denunce in più) e l’Industria e servizi con un sostanziale pareggio (+26 casi).

A livello territoriale si assiste a un netto contrasto tra Nord e Centro-Sud: tra gennaio e dicembre le denunce di infortunio sono, infatti, aumentate al Nord-Est (1.171 casi in più) e al Nord-Ovest (+1.133), mentre sono diminuite al Centro (-1.108 casi), al Sud (-1.435) e nelle Isole (-1.140). Gli aumenti più sensibili in valore assoluto, si sono registrati in Lombardia (+1.708 denunce) ed Emilia Romagna (+1.177), mentre le riduzioni maggiori sono quelle della Sicilia (-1.304) e della Puglia (-1.078).

Marco Chiarini, General Manager di STOMMPY Srl: “La riduzione dell’incidentalità sui luoghi di lavoro è al cuore della nostra strategia. In qualità di leader tecnologico nella realizzazione di dispositivi di sicurezza paracolpi per uso industriale, ci impegniamo per rendere gli  ambienti più protetti e sicuri, a garanzia di una maggiore tutela delle persone e una riduzione dei costi di manutenzione per il ripristino
delle attrezzature e delle infrastrutture.” e continua “A testimonianza dell’elevato valore aggiunto dei nostri sistemi, i paracolpi STOMMPY ® contribuiscono ad ottenere lo “sconto" denominato "oscillazione per prevenzione" (OT/24) con cui l’Inail premia le aziende, operative da almeno un biennio, che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia (d.l. 81/2008 e s.m.i.)”.

In dettaglio, l’“oscillazione per prevenzione” è un’interessante misura offerta dall’Inail per abbassare il tasso di premio applicabile all’Azienda, a favore di un conseguente risparmio sul contributo dovuto all’Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro (INAIL). In base al decreto ministeriale 3 marzo 2015, la riduzione di tasso è fissa e dipende dal numero dei lavoratori-anno del periodo, nella misura del 28% per le società fino a 10 dipendenti, del 18% per quelle da 11 a 50 persone, del 10% per quelle da 51 a 200 lavoratori e del 5% per quelle da oltre 200. La regolarità in materia di prevenzione infortuni ed igiene del lavoro deve essere rispettata al 31 dicembre dell’anno precedente a quello cui si riferisce la domanda, durante il quale la Società deve inoltre aver effettuato interventi di miglioramento nel suddetto campo.

“In tal senso, i nostri sistemi di sicurezza paracolpi si configurano come validi alleati per le aziende che vogliono investire in prevenzione” commenta Marco Chiarini, che continua: “Abbiamo sviluppato un polimero tecnico dalle elevate performance, denominato Tecklene ® , capace di assorbire grandi impatti, senza creparsi o frantumarsi, riducendo così al minimo l’indice traumatologico sull’operatore a bordo del veicolo durante la collisione, causa del cosiddetto “colpo di frusta”. Ulteriore elemento tecnologico è il sistema di ancoraggio FIXA Block System ® brevettato, che unisce, in un unico dispositivo, l’ancoraggio chimico, ad espansione meccanica e in profondità (così detto a tirafondo), in grado di scaricare l’energia d’urto su una superficie del pavimento molto ampia, evitando così rotture anche negli impatti più violenti”.
Sicuri e atossici, i dispositivi di sicurezza paracolpi STOMMPY ® sono conformi alle più restrittive norme igienico-sanitarie, che li rendono idonei anche all’utilizzo in ambienti alimentari e farmaceutici con temperatura di esercizio compresa tra -40° e i +50°C, secondo la EU EC Regulation 1935/2004 CEE e la USA FDA Regulation 21 CFR 177.1520 NFS/ANSI Standard 51.

Marco Chiarini, General Manager di STOMMPY Srl conclude “Oltre a progettare sistemi di protezione completi, siamo in grado di offrire una consulenza per guidare il Cliente nella scelta più sicura. In questo contesto si inserisce la Linea Guida realizzata dal nostro dipartimento di R&D per sopperire ad una grave mancanza dell’apparato legislativo in merito ai parametri costruttivi, di scelta e di applicazione dei dispositivi di sicurezza paracolpi per l’industria. Si tratta di uno strumento basato su criteri scientifici, che integra studi teorici e prove pratiche sotto forma di crash test realizzati presso il centro prove AISICO. Il risultato è una guida che accompagna l’utilizzatore nel calcolo di come l’adozione del dispositivo di sicurezza paracolpi corretto garantisca una ricaduta positiva sull’intera economia aziendale, a favore dell’innalzamento del livello di sicurezza, della conseguente riduzione del coefficiente di rischio infortuni e del contributo economico dovuto all’INAIL”.