Nuovo COO regione EMEA per DMG MORI

by Redazione 0

Ugo Ghilardi DMG MORI

Dal mese di settembre, Ugo Ghilardi (nella foto) è il nuovo Chief Operating Officer (COO) per la regione EMEA (Europe, Middle East, Africa) del costruttore di macchine utensili DMG MORI. In questo ruolo è responsabile delle attività Sales & Service per tutti i mercati europei, rispondendo direttamente all’Executive Board del gruppo. Un’area di responsabilità che comprende 18 paesi, in cui l’Italia rimane il mercato con il più alto potenziale, con una crescita prevista del + 2% quest’anno e del +5,5% nel 2017.

INVESTIMENTI IN ITALIA. DMG MORI considera il nostro paese strategico nei piani di sviluppo del Gruppo, come dimostrano gli investimenti degli ultimi anni, a partire quello nello stabilimento di Gildemeister Italiana, che ha visto l’ampliamento e l’ammodernamento dei reparti produttivi. Nuova è la struttura del Centro di eccellenza tecnologica dedicato alle lavorazioni di tornitura da barra per il supporto delle esigenze applicative dei clienti.
Nell’ultimo biennio, al fine di rendere la sua presenza ancora più incisiva e capillare, DMG MORI Italia ha potenziato anche le attività commerciali e di assistenza, aumentando l’organico dedicato per garantire maggiore tempestività ed una più capillare copertura del territorio.

GLOBAL ONE. Nell’ottica di ottenere una maggiore sinergia tra le diverse società, con il motto “Global one” i vertici della società hanno deciso di integrare DMG MORI Company Limited e DMG MORI Aktiengesellschaft in un unico gruppo, specializzato nella costruzione di macchine utensili a livello globale, con oltre 12mila addetti, stabilimenti ai quattro angoli del globo e 164 sedi di vendita e assistenza internazionali.
In quest’ottica, saranno promosse le eccellenze a livello globale, continuando a sviluppare il potenziale dei singoli stabilimenti. Ne sono esempio gli impianti di Pfronten e Seebach, centri eccellenza nella tecnologia della lavorazione completa a 5 assi. Le fabbriche di Bielefeld e Iga continueranno, invece, a sviluppare, fianco a fianco, la tornitura universale e la tecnologia Turn&Mill, mentre Bergamo punterà anche in futuro sulla tornitura di produzione e tornitura automatica. Inoltre, verrà potenziato il Centro d’Eccellenza di Nara per il settore automotive e di quello di Pfronten per l’industria aerospace.