Napoli studia il segreto dei fluidi complessi

by Redazione 0

P&G-napoli

P&G-napoliLa Procter & Gamble investe nella Ricerca e lo fa in Italia con la creazione della Scuola di Fluidi Complessi per PhDs istituita insieme all’Università “Federico II” di Napoli celebrata in congresso nel capoluogo partenopeo lo scorso venerdì 27 novembre per sancire una partnership destinata a tracciare la strada nella collaborazione tra aziende private e università. Un ambito, quello dell’innovazione, in cui l’azienda crede da sempre investendo complessivamente 2 miliardi di dollari l’anno, come nessun’altra realtà nel largo consumo al mondo.
La collaborazione aiuterà lo sviluppo dei prodotti del futuro, innovativi e con un ridotto impatto ambientale in linea con gli obiettivi di riduzione nell’utilizzo di acqua ed energia sia in fase di produzione che di uso (per esempio i prodotti senza risciaquo, quelli concentrati o per il lavaggio in acqua fredda).
Ricerca ma anche formazione professionale. L’investimento della portata di oltre 500 mila euro a durata triennale non è soltanto di natura economica ma anche di formazione. Nel corso del dottorato, gli studenti avranno infatti la possibilità di lavorare presso i laboratori P&G seguiti da tecnici ricercatori piu’ esperti ma anche l’opportunità di seguire corsi su tecniche manageriali, arricchendo ulteriormente il profilo professionale.
I prodotti P&G sono utlizzati da quasi 5 miliardi di persone al mondo, con uno dei più importanti portafogli di marchi di qualità (Dash, Lenor, Mastro Lindo, Swiffer, Viakal, Kukident, Oral B, Olaz, Pantene, Head&Shoulders, Gillette, Braun…) in 70 Paesi fra cui dal 1956 anche l’Italia.