Mitsubishi Electric sostiene la Community Alumni Polimi

by Redazione 0

ConventionPolimi

ConventionPolimiMitsubishi Electric si conferma forte promotore di attività di Responsabilità Sociale d’Impresa, sostenendo la community Alumni Polimi, il network professionale degli ex alunni del Politecnico di Milano, che ne promuove le capacità e i risultati nei campi dell’Innovation, Creativity, Culture, Skills.

Una partnership importante, iniziata nel 2013, con cui la filiale italiana di Mitsubishi Electric condivide il principio secondo cui la crescita deve essere posta alla base di ogni attività formativa, dentro e fuori l’azienda. Saper fare dunque, ma non solo. La community Alumni è anche ‘saper essere’, perché promuove numerose occasioni di contatto e confronto tra ex studenti con l’obiettivo di valorizzare il talento, mantenere contatti e dare visibilità a tutti i laureandi, laureati e dottori di ricerca.

Da questi valori nasce la volontà dell’azienda di collaborare e continuare a sostenere il progetto Alumni Polimi; in particolare, la quarta edizione della Convention annuale che si è tenuta a Milano lo scorso sabato 31 ottobre, presso l’UNIcredit Pavilion, ha visto la partecipazione diretta del team della Divisione Climatizzazione di Mitsubishi Electric – leader in Italia e nel mondo nell’offerta di soluzioni di climatizzazione all’avanguardia ed ecosostenibili per ambienti residenziali, terziari e commerciali.

La convention è stata un’ottima occasione per confrontarsi, in modo “politecnico”, sulla Rivoluzione Industriale 4.0, dove l’integrazione tra le diverse tecnologie e la contaminazione tra competenze diverse diventano motori di innovazione, oltre che principali cardini.

Mitsubishi Electric sostiene molti progetti formativi e di orientamento promossi da importanti atenei italiani.

Oltre alle attività di partnership con facoltà universitarie e Istituti Tecnici Superiori, Mitsubishi Electric supporta numerosi iniziative nazionali in diversi ambiti: tutela del patrimonio artistico, sostegno di istituzioni museali, sviluppo di programmi sportivi per l’integrazione di persone con disabilità.