Milano capitale dell’automazione 2015

by Redazione 0

emo

emoLa EMO, la fiera mondiale della macchina utensile, robotica e automazione si terrà a FieraMilano dal 5 al 10 ottobre, in concomitanza con la parte finale di Expo 2015.
Si prepara un anno irripetibile per le macchine utensili, con un aumento della produzione del 4,2 rispetto al 2014, che ha segnato a sua volta +4,6% di produzione e un +14,7% degli ordini. Sono dati “molto positivi”, ha dichiarato Luigi Galdabini, presidente UCIMU, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, che organizza l’evento. “La componente estera sta andando bene, in un comparto che esporta il 75%. Ma è importante la ripresa della consegne agli italiani, che hanno avuto un +21,1%. Se in Italia si torna ad investire in macchine utensili vuol dire che l’industria manifatturiera ha imboccato la strada della ripresa”.
Alla fiera EMO arriveranno 1600 espositori e 150 mila visitatori da 100 Paesi, su una superficie di oltre 120 mila mq. “Tokyo per esempio è la metà”, ha chiosato Pier Luigi Streparava, commissario generale EMO Milano, alla conferenza stampa romana con il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, il direttore generale dell’ICE, Roberto Luongo e il direttore generale per la promozione del sistema paese, Andrea Meloni.
“Le macchine utensili sono un settore che anche grazie agli incentivi del governo come la “Nuova Sabatini” sta avendo un impulso. Se le imprese cambiano i macchinari è segno che c’è una fiducia di base, che prima o poi si vedrà una ripresa. Ora si tratta di finalizzare questi segnali portando avanti le riforme vere”, ha aggiunto Squinzi.