Metalmeccanici in sciopero per il contratto

by Redazione 0

ccnl

Al termine dell’incontro tenutosi oggi in Confindustria sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei metalmeccanici, i segretari di Fiom, Fim e Uilm Marco Bentivogli, Maurizio Landini e Rocco Palombella hanno giudicato deludente il confronto con Federmeccanica e Assistal, firmatarie del CCNL, annunciando 12 ore di sciopero e il blocco degli straordinari.

CALENDARIO DEGLI SCIOPERI. Nel dettaglio, i sindacati hanno decretato un pacchetto di 12 ore di sciopero da effettuarsi nei mesi di maggio e giugno con manifestazioni regionali il 9 e il 10 giugno. In aggiunta, è stato annunciato il blocco degli straordinari e della flessibilità nelle giornate di sabato 28 maggio e sabato 11 giugno.

LE RAGIONI DEL SINDACATO. I sindacati lamentano la posizione rigida della controparte datoriale, che dopo sei mesi di trattative è rimasta ferma sullo schema proposto a fine dicembre, che non prevede alcun aumento salariale se non per il 5% dei lavoratori.
“Il nostro obiettivo – si legge in una nota congiunta dei tre sindacati – è riaffermare un CCNL che garantisca il potere d’acquisto del salario per tutti i metalmeccanici, che qualifichi le relazioni industriali, estenda la contrattazione di 2° livello su tutti gli aspetti che compongono la prestazione lavorativa, migliori l’organizzazione del lavoro e le condizioni di lavoro e introduca nuovi diritti di formazione, welfare, partecipazione e valorizzazione delle professionalità per tutti, tuteli tutte le forme di lavoro e l’occupazione, faccia ripartire gli investimenti e rilanci una vera politica industriale: questo è il rinnovamento che vogliamo e di cui c’è bisogno”.