MecSpe punta su Industria 4.0

by Redazione 0

MECSPE_2017_730

La prossima edizione di MecSpe, in programma a Parma dal 23 al 25 marzo 2017, sarà all’insegna di Industria 4.0 e della digital transformation, articolata nei temi della manifattura additiva, IoT, robotica avanzata collaborativa, utensileria digitale disponibile in cloud. Un percorso imboccato già da qualche anno con le isole tecnologiche e il Progetto Fabbrica Digitale – Oltre l’automazione, che mostrerà dal vivo celle di lavorazione hi-tech integrate con sistemi di misura e logistica, e tecnologie di lavorazione all’insegna della velocità e precisione.
“Stiamo entrando nel mondo delle aziende datadriven – commenta Stefano Linari, CEO di Alleantia, una delle aziende partner di Fabbrica Digitale –. L’approccio machine to machine è ormai superato: i dati provenienti dai reparti produttivi diventano estremamente importanti in un’ottica di controllo del processo e di supporto decisionale, solo se ci apriremo ad una logica machine to cloud. Il futuro della fabbrica è sempre più all’insegna della condivisione. Esattamente com’è successo nella vita di tutti i giorni, in cui esperienze, fotografie, pensieri e informazioni personali sono condivisi con amici e non, un domani si potrà forse parlare di un ‘Facebook delle cose’, grazie anche alla nostra tecnologia di distribuzione certificata delle informazioni verso una molteplicità di destinatari”.

INCENTIVI PER LE PMI. E se, come tutti si attendono, passerà il Piano Industria 4.0, probabilmente giungeranno in Fiera imprenditori interessati ad investire in tecnologie meccaniche beneficiando degli incentivi fiscali previsti dalla Nuova Sabatini e dell’Iperammortamento al 250%.
“Non possiamo ignorare che il nostro tessuto imprenditoriale sia costituito da PMI, che hanno peculiarità organizzative e gestionali diverse rispetto alle grandi industrie a cui guarda il modello tedesco dell’industry 4.0 – commenta Emilio Bianchi, Direttore di Senaf, la società che organizza la manifestazione parmense – Il nostro obiettivo è quello di offrire al manifatturiero italiano un aiuto concreto, per supportare un processo di trasformazione già in atto”.

EVENTI ITINERANTI. “Come mostra l’Indagine di Federmeccanica – continua Bianchi – le imprese credono nell’innovazione e hanno cominciato ad investire in tecnologia con evidenti benefici su export e competitività. Ma questo è solo l’inizio. Ci sono molte realtà che guardano con interesse al fenomeno ma che non si decidono a compiere il grande passo. Ecco perché, sulla linea del percorso di alfabetizzazione avviato dal Governo, con MecSpe organizzeremo nei mesi precedenti la manifestazione degli appuntamenti itineranti sul manufacturing ‘made in Italy’, per raccontare cosa stanno facendo concretamente le aziende e mostrare la via italiana all’industria 4.0”.
In dettaglio, con i Laboratori di Fabbrica Digitale, è previsto un roadshow di avvicinamento alla fiera in due tappe (Veneto e Puglia), che creerà un momento di dibattito tra imprese, istituzioni e associazioni locali, che culminerà nelle tre giornate della manifestazione fieristica.

I NUMERI DELLA FIERA. L’ultima edizione di MecSpe, tenutasi la primavera scorsa, ha registrato 1.639 espositori e poco meno di 40mila visitatori su una superficie di 85mila metri quadrati. Oltre agli stand delle aziende espositrici, sono state allestite 24 isole di lavorazione e unità dimostrative, 10 quartieri tematici, 10 saloni tematici e 6 piazze d’eccellenza, il tutto accompagnato da 72 convegni tecnici organizzati da aziende, università e associazioni.
MecSpe, fiera della subfornitura e tecnologie produttive si articola su diversi saloni tematici dedicati a macchine, utensili e subfornitura meccanica; tecnologie informatiche per la gestione di una fabbrica intelligente (Fabbrica Digitale); automazione di fabbrica (Motek Italy); meccatronica e componenti (Power Drive); metrologia e controllo qualità (Control Italy); logistica; stampi (Eurostampi) e tecnologie di lavorazione delle materie plastiche; additive manufacturing; trattamenti e finiture.