Maestri della meccanica 2016

by Redazione 0

maestridellameccanica_meglio

maestridellameccanica_vertNei giorni della BI-MU, durante l’International Networking Event, sono stati premiati i Maestri della Meccanica, riconoscimento istituito da Fondazione Ucimu per sottolineare come l’ingegno e la professionalità di imprenditori e dipendenti contribuiscano in modo decisivo all’avanzamento dell’intero sistema manifatturiero italiano con scoperte e invenzioni, soluzioni di prodotto e di processo, razionalizzazione dell’organizzazione aziendale, sicurezza e rispetto dell’ambiente.

I vincitori di quest’anno sono Maurizio Bellosta, titolare della Bellosta (Briga Novarese, NO), azienda che opera nel settore della rubinetteria, e Giuseppe Bolledi, cofondatore della MCM di Piacenza, società specializzata nella produzione di macchine utensili a asportazione.

Classe 1970, Maurizio Bellosta è alla guida dell’azienda fondata dal padre nel 1961, attiva nella produzione di rubinetteria e arredo bagno, marchio riconosciuto in tutto il mondo. Il premio è stato assegnato “Per la sua capacità di raccogliere il testimone dal padre e assicurare un futuro prospero alla sua azienda ma anche per il suo impegno nel sociale, di cui è ultimo esempio il progetto Vidas a sostegno della Casa Sollievo Bimbi di Milano”.
“Un vita spesa tra lo sviluppo di nuove soluzioni ingegneristiche di prodotto e la ricerca di innovazione nel mondo della macchina utensile”: questa la motivazione del riconoscimento assegnato Giuseppe Bolledi, classe 1939, “figura di spicco nel settore della meccanica strumentale. Tra i soci fondatori della MCM, Bolledi ha contribuito in modo determinante alla crescita dell’azienda leader nel settore della progettazione e realizzazione di centri di lavoro”.

I due nuovi maestri della meccanica, premiati dalla commissione giudicatrice presieduta da Massimo Carboniero, si aggiungono ai vincitori delle passate edizioni del concorso, andando ad accrescere il numero dei membri del “Club dei Maestri della Meccanica” che ad oggi annovera una trentina di membri.