L’era dell’industria connessa ad Hannover

by Redazione 0

hannover-messe

hannover-messeIl tema conduttore della Hannover Messe 2016 (da lunedì 25 a venerdì 29 aprile) è “Integrated Industry – Discover Solutions”. “L’industria connessa non è più una visione del futuro, ma realtà. Quella che ormai si dice “Industria 4.0” fa il suo ingresso in un sempre maggior numero di fabbriche. “Le reti elettriche si trasformano in smart grid”, dice Jochen Köckler, del CdA della Deutsche Messe. “Per poter rimanere competitive, le aziende devono saper riconoscere e sfruttare fino in fondo i potenziali della digitalizzazione. La Hannover Messe 2016 illustrerà come”.
Le soluzioni per la digitalizzazione di fabbriche e sistemi energetici sono il tema centrale della più importante fiera mondiale delle tecnologie per l’industria: abbinare automazione e tecnologie dell’informazione per ottimizzare la produttività, o per “trasformare gli stabilimenti tradizionali da centri di costo in centri di profitto” come afferma la SMLC (Smart Manufacturing Leadership Coalition), l’organismo statunitense creato nel 2012 al fine di sviluppare la prima piattaforma aperta per lo smart manufacturing negli USA. Germania e Stati Uniti sono in testa nella corsa verso questo traguardo, ma anche Cina e Turchia sono attivamente impegnate, e l’India non è da meno (Paese Partner nel 2015, ha visto oltre 400 espositori promuovere investimenti esteri nei loro confini).
Il Paese Partner di quest’anno, gli USA, rilocalizza la produzione. A che punto è la loro domanda di tecnologia avanzata per la produzione? La risposta è nell’andamento delle iscrizioni alle cinque fiere di tecnologia industriale in programma a Chicago per il Nord America nel settembre 2016: Surface Technology, MDA, ComVac, Industrial Automation e Industrial Supply. Le manfiestazioni sono già al completo e occupano il doppio dello spazio coperto nel 2014. Anche l’evento partner nella cui cornice le cinque manifestazioni si inseriscono, IMTS (The International Manufacturing Technology Show), rivela un +10% nell’area espositiva coperta e +16% nel numero degli espositori. I trend principali che caratterizzano il 2016 in ambito produttivo negli Stati Uniti sono tre: lo “SMAC stack” (Social, Mobile, Analytics e Cloud) che aiuta le aziende a velocizzare i processi di sviluppo dando opportunità di crescita e incrementando il coinvolgimento dei clienti, l’Industrial Internet of Things che dà modo di automatizzare produzione e manutenzione e potersi concentrare sull’R&D e next-shoring (ridefinizione delle strategie di spostamento dalla produzione in Paesi esteri a una più vicina ai luoghi di vendita) per favorire il controllo dei processi e ridurre il time-to-market.