La fabbrica digitale torna a Parma in primavera

by Redazione 0

mecspeFabbrica Digitale_700px

Mancano più di sei mesi all’apertura dei cancelli, ma Mecspe si prepara all’edizione 2017, che si terrà a Fiere di Parma dal 23 al 25 marzo. Nel programma annunciato dagli organizzatori dell’evento dedicato alla subfornitura, tante conferme e qualche novità. Sarà infatti riproposto il progetto Fabbrica Digitale – Oltre l’automazione, allestimento che mostra concretamente la via italiana alla quarta rivoluzione industriale, attraverso la realizzazione di unità dimostrative integrate che daranno vita ad una filiera produttiva completamente digitalizzata.

AL CENTRO INDUSTRIA 4.0. La sempre più stretta relazione tra la fabbrica e la realtà virtuale avrà un ruolo sempre più rilevante nel manifatturiero: per questa ragione, tutte le iniziative speciali della prossima edizione di Mecspe avranno al centro i temi di Industria 4.0, quali additive manufacturing, Internet of Things (IoT), Industrial Internet e Cloud Manufacturing, robotica collaborativa e advanced HMI, per mostrare alle aziende italiane come la combinazione di due o più di queste tecnologie possa razionalizzare i processi, riducendo costi e tempi di produzione.

ARRIVANO I COBOT. Tra le novità dell’edizione 2017 il focus sui cobot, i robot collaborativi che operano a fianco all’uomo senza particolare accorgimenti per la sicurezza, un mercato che, secondo le stime degli analisti di Barclays Equity Research, crescerà esponenzialmente, tanto da arrivare a valere nel 2020 circa 3,1 miliardi di dollari e 12 miliardi nel 2025 con 700 mila pezzi venduti ogni anno. Un boom che vedrà protagoniste anche le fabbriche italiane: agili ed efficienti, facilmente installabili e flessibili nelle loro potenzialità applicative, i cobot rappresentano anche per le piccole e medie imprese un investimento adatto per approcciare il nuovo paradigma produttivo 4.0.

SUBFORNITURA INDUSTRIALE. Oltre a robot e automazione, Mecspe fornirà una visione a 360 gradi sul mondo della subfornitura industriale: macchine utensili e lavorazioni meccaniche; materie plastiche e gomma; elettronica. Un segmento che nel primo semestre, a dispetto di una congiuntura stagnante, ha messo a segno una crescita della produzione del +3,5%.

L’edizione 2016 di Mecspe ha visto la partecipazione di quasi 40mila visitatori e 1.639 espositori, con 24 isole di lavorazione e unità dimostrative in funzione nel quartiere fieristico. La manifestazione parmense si compone di diversi saloni tematici dedicati a macchine utensili, automazione di fabbrica, meccatronica, logistica, stampi e macchine per materie plastiche e gomma, subfornitura elettronica, prototipazione rapida e stampa 3D, trattamenti e finiture delle superfici.