La biennale dell’automazione a Milano

by Redazione 0

teco

tecoSi è tenuto lo scorso 16-17 giugno a Milano il TECO’15, l’evento biennale che nasce dalla sinergia continua delle tre associazioni di riferimento AssIOT – Sistemi di Trasmissione, Movimento e Potenza, ANIE Automazione e AssoFluid, rivolto a chi vuol comprendere il livello d’innovazione, creatività e competenza che le aziende della filiera meccatronica per la trasmissione di potenza e automazione offrono ogni giorno ai clienti di tutto il mondo.
L’evento di due giorni prevede sempre un percorso che sviluppa temi di forte interesse in sessioni di approfondimento tecnologico, casi applicativi, e analisi macro-economiche per esaminare tutte le parti integranti della strategia di ogni impresa grande, media e piccola che operi nel settore in Italia.
Quest’anno ha visto in apertura, martedì 16 giugno, i focus sulle strategie per valorizzare ingegno e flessibilità dell’industria italiana. A seguire, nel corso della giornata di mercoledì 17, tre sessioni convegnistiche parallele durante le quali l’evento si è arricchito di testimonianze tecniche, economiche e scientifiche raccontate dalle più importanti aziende del settore e dalle principali Università italiane. La tavola rotonda di chiusura ha infine spostato il dibattito sull’interpretazione italiana del concetto di Industria 4.0, mettendo al centro tecnologie e l’intera filiera a partire da persone e valori che il sistema Italia esprime in quest’ambito.
Coinvolti fra gli altri Carlo Alberto Carnevale Maffè (Professor of Strategy alla SDA Bocconi University School of Management); Giambattista Gruosso (Ph.D. Associate Professor al Dipartimento di Elettronica Informazione e Bioingegneria del Politecnico di Milano) e il filosofo Franco Bolelli, con Barbara Mazzolai, coordinatrice del Centro Microbiotica all’IIT (Istituto Italiano di Tecnologia).