Il robot ruba il lavoro? Che paghi le tasse! sostiene Bill Gates

by redazione 0

Robot Hand with Gearwheels Automation Concept 3d Illustration Close-up

“I robot che svolgono lavori umani dovrebbero pagare le tasse” è questa l’idea di Bill Gates sulla continua diffusione dell’automazione nelle industrie a scapito dei lavoratori.
Per alcuni politici infatti la disoccupazione è dovuta al libero commercio e all’immigrazione, ma è l’automazione che sta cambiando il mercato del lavoro. Secondo la Banca Mondiale fino a due terzi dei posti di lavoro nell’industria manifatturiera potrebbero essere occupati da robot in un prossimo futuro.

Robot da tassare. Al momento sono attivi 1,7 milioni di robot, ma la Federazione internazionale di robotica prevede che entro il 2019 ce ne saranno 11 milioni. Per questo il 16 febbraio il Parlamento europeo ha votato per chiedere nuove regole per l’automazione, prendendo in considerazione diversi campi, in particolare in materia di occupazione, politiche fiscali e di previdenza sociale. “Bisogna tenere sott’occhio quel che accade sul mercato del lavoro – spiega la relatrice Mady Delvaux -. Quali compiti vengono assunti dai robot? Se non dovesse esserci più lavoro bisognerà pensare ad altre fonti di finanziamento. Ad esempio, non ci metteremo a tassare i robot, ma per il lavoro fatto dai robot potremmo pensarci”.
Nella proposta dell’Europarlamento si chiedono anche regole riguardanti la sicurezza, la responsabilità e la privacy, e la creazione di un codice etico e di un’Agenzia euroea per la robotica.