I giovanissimi e l’orgoglio di dedicarsi alla scienza

by Redazione 0

Sara-Gossan

Sara-GossanDa qualche settimana #IAmAScientistBecause è l’hashtag (la “parola chiave” per le ricerche sui social network come Facebook e Twitter) di giovanissimi ricercatori che hanno deciso di rendere pubbliche le ragioni per cui dedicare la loro vita alla scienza.
Sono migliaia i tweet e i post, spesso accompagnati da selfie che raffigurano studenti e appassionati dietro a scritte in cui esprimono il loro amore per una professione tanto affascinante quanto complessa e impegnativa. Una vera e propria impennata d’orgoglio che emerge come voce di una generazione.
Tutto è partito da un’idea di Sarah Gossan (nella foto) del Caltech (California Institute of Technology), come ha spiegato The New York Times, che – come sempre in questi casi, cresciuto ben al di là dell’ambito di partenza (“che cosa c’è di più grandioso che scoprire come esplodono le supernovae?”) – rischia di diventare la maggior indagine universale mai realizzata sulle motivazioni più profonde di chi ogni giorno cerca di trovare risposte in ogni campo del sapere.
Un bel segno di vitale presenza e di gran voglia di comunicare, da parte di chi secondo molti starebbe chiuso in laboratorio tra provette, macchinari e calcolatori da sistemare…