Hurco in BI-MU con il nuovo marchio Takumi

by Redazione 0

takumi

hurki_takumiQuest’anno a BI-MU, Hurco Italia – filiale italiana del costruttore statunitense di macchine utensili per asporto – era presente con il marchio Takumi, frutto dell’acquisizione avvenuta l’anno scorso dalla capogruppo. Fondata nel 1988 a Taiwan, Takumi è specializzata nella lavorazione di stampi e meccanica ad alta precisione, con un’offerta di macchine a portale, centri di lavoro verticali e a doppia colonna, caratterizzati da elevata velocità e precisione.

Alla BI-MU è stata lanciata la Serie H, centri di lavoro a ponte ad alta velocità in grado di coprire le esigenze di stampisti e fornitori del comparto automotive. Cinque i modelli Takumi disponibili in Italia (H7, H10, H12, H13 e H16,) con aree di lavoro che vanno da 810×620 mm a 1900×1300 mm.

In questo modo, sottolinea la filiale italiana, la gamma Hurco si apre al controllo per operare laddove la programmazione a bordo macchina non è significativa, come ad esempio nel settore aereospaziale o degli stampisti, con la possibilità di montare controlli numerici Heidenhain o Siemens, per sfruttare il massimo potenziale di ogni soluzione.

In Fiera a Milano, Hurco esponeva anche i nuovi centri monoblocco VC600 e VCX600HS, dotati di tavola cantilever, che hanno mostrato le loro doti in termini di potenza, velocità e flessibilità di lavoro.