Hurco, 50 anni di storia al servizio del controllo numerico

by redazione 0

Egg Carton Screen

Quotata alla borsa NASDAQ di NY, Hurco Srl è la filiale Italiana di Hurco Companies Inc., multinazionale americana che progetta, sviluppa e costruisce Centri di Lavoro, Torni, Controlli Numerici e Software applicativi per l’industria mondiale della meccanica. Dalla sede di Rozzano, alle porte di Milano, Hurco Italia opera in tutte le principali aree geografiche del paese attraverso un rete di vendita diretta e indiretta, supportata da un team di tecnici specializzato e altamente qualificato.

Questo è per Hurco un anno speciale, perché coincide con il 50° anniversario dalla nascita del marchio: nel 1968, infatti, Gerald Roch ed Edward Humston fondarono la società che
chiamarono Hurco (una mescolanza creativa dei loro cognomi). Roch e Humston intuirono l’importanza della connessione tra uomo e computer (nel loro caso, il controllo numerico): i computer (controlli numerici) dovrebbero aiutare gli utilizzatori ad essere più efficienti e non intralciarli; la tecnologia, dovrebbe essere utilizzata per ridurre al minimo il ripetersi di compiti noiosi e semplificare il lavoro dell’operatore.
La loro missione è ancora la stessa dopo 50 anni: “fornire software unici e innovativi, e controlli numerici in grado di aiutare i clienti a incrementare produttività e competitività grazie al
tempo ridotto di programmazione e alla facilità di gestione operativa della macchina”.

Mr. Roch è la sintesi del vero innovatore: nella sua carriera ha registrato infatti oltre 60 brevetti, e quelli relativi al controllo interattivo, che noi chiamiamo comunemente "programmazione
conversazionale", sono considerati i più significativi. Nel 1974 Hurco espone il prototipo del proprio controllo numerico integrato ad una macchina : la prima fresatrice con Controllo Numerico operante tramite Programmazione Conversazionale Hurco . Da quel giorno, parecchi concorrenti costruttori di controlli numerici hanno emulato o preso spunto dall’invenzione di “Jerry” Roch. Negli anni a seguire, il CN Hurco è stato costantemente rinnovato sia nella parte software sia in quella hardware, per continuare a fornire ai clienti utilizzatori il vantaggio competitivo che deriva dalla facilità e quindi dalla velocità di programmazione : una richiesta comune a tutte le aziende che cambiano continuamente le loro produzioni, spesso costituite da piccoli lotti o addirittura da pezzi singoli. Per questo tipo di aziende, la riduzione del tempo ciclo, inteso come passaggio dal disegno al pezzo lavorato e finito, è un fattore critico per battere la concorrenza, ed il CN Hurco è lo strumento che garantisce e incrementa la competitività produttiva per vincere questa continua battaglia.

Un altro punto di forza e distintivo della nostra offerta è il fatto che tutte le macchine ed i CN proprietari sono sviluppati e prodotti Hurco: un unico costruttore, che diventa così un vero e
proprio partner, nonché l’unico interlocutore tecnico e commerciale per l’utilizzatore.

I prodotti Hurco possono considerarsi “4.0 Ready” da oltre 10 anni: il controllo e software WinMax, che è operativo su tutte le nostre macchine, sviluppato tra l’altro tenendo conto dei criteri richiesti oggi dal piano Industria 4.0 in termini di interconnessione ed integrazione, è di fatto già disponibile dal 2006. Alcuni esempi pratici di quanto realizzabile: generare un programma di lavorazione off-line e trasferirlo al CN della macchina per l’esecuzione (WinMax Desktop), controllare da remoto lo stato macchina per ricevere informazioni specifiche (ESF), estrarre e scambiare dati con altri sistemi (MT Connect) e molto altro.

Tutti i centri di lavoro ed i torni Hurco sono contraddistinti dal Controllo Numerico proprietario Hurco MAX5, che garantisce facilità e velocità di programmazione ineguagliate. La gamma di macchine include oggi circa 120 modelli tra: Centri di Lavoro a 3 e 5 assi, Centri di Tornitura orizzontali e Multi-Tasking e Centri di Lavoro a Portale.

L’ultima versione del controllo Hurco MAX5® è caratterizzata da moltissime funzionalità software tra cui spiccano, solo per citarne alcune, la grafica dinamica completa di rendering 3D a colori e
simulazione animata “in solido” del percorso utensile, la creazione di superfici 3D partendo da combinazione di profili bidimensionali, la libreria Utensili e Materiali, la gestione avanzata dei file
DXF con importazione semplificata, la gestione dei livelli di finitura superficiale per ottimizzare le prestazioni del sistema in base alle effettive esigenze produttive (velocità/finitura), la combinazione di programmazione Conversazionale e linguaggio ISO ed altre ancora. Hurco ha dotato il controllo MAX5 di webcam e speaker. Il risultato è la possibilità di avere un servizio di teleassistenza in remoto altamente efficace e fruibile.
Sotto il profilo strettamente tecnologico, MAX 5 è dotato di processore Intel®I5, disco allo stato solido SSD da 64 Gb e memoria RAM da 4 Gb, doppio monitor touch screen da 19” ad alta risoluzione, webcam e speaker, volantino elettronico remotato con display quote LCD. I due schermi touchscreen ad alta risoluzione consentono una visione ottimale e completa interazione e integrazione tra programmazione e grafica in tempo reale, e quindi l’immediato e facilitato intervento sul programma in esecuzione. La modalità di programmazione conversazionale garantisce la facilità di agire direttamente sul programma rispondendo a domande ed immettendo informazioni utilizzando il linguaggio normalmente utilizzato dagli operatori negli ambienti della lavorazione meccanica, senza dover utilizzare codici G o M propri della programmazione ISO, realizzando così con facilità anche le programmazioni più complesse.

La realizzazione del percorso utensile diventa così alla portata di tutti, così come la flessibilità nell’effettuare modifiche anche dopo aver dato lo start di lavorazione di un pezzo risulta unica. Per tutti questi motivi, il tempo necessario alla formazione degli operatori macchina è di due o tre giorni di corsoa seconda della tipologia di macchina, mentre è importante sottolineare che il facile apprendimento dell’utilizzo del CN Hurco prescinde dal possedere una preparazione pregressa sulla programmazione di altri controlli o linguaggi di programmazione.

Pur non esistendo un profilo di “cliente tipo” per Hurco, i nostri prodotti sono largamente apprezzati dalle aziende (indipendentemente dalla dimensione e dalla localizzazione) che eseguono lavorazioni per conto terzi, dai costruttori di un prodotto proprio e dai reparti di lavorazione che operano a supporto della grande produzione (tipo attrezzerie, reparti prototipi, etc.).
In altre parole, da tutti gli utilizzatori che necessitano di rapidità e flessibilità nella lavorazione dei particolari, in virtù dei quantitativi ridotti che si trovano, per ragioni diverse, a dover gestire.

Venerdì 15 e Sabato 16 Giugno si terranno presso la nostra sede di Rozzano i “TECHNOLOGY DAYS HURCO” : due giorni di informazione e formazione, per condividere con i partecipanti modalità e strumenti per aumentare la competitività produttiva in azienda. Parteciperanno all’evento i nostri partner Hoffmann Group (Utensili e Attrezzature di qualità) e SiSolution (Soluzioni per l’Industria 4.0).

Durante i due giorni, nella nostra showroom sarà possibile vedere in funzione il centro di lavoro a 3 assi VM10i ed il 5 assi VC500i , oltre al tornio Multitasking TM8MYS, mentre in esposizione ci
saranno anche i modelli a 5 assi VCX600i e quello ad alta velocità VMX42HS. Il programma delle giornate prevede 4 seminari tecnici, nei quali si parlerà di come realizzare lavorazioni di fresatura su più facce direttamente a bordo macchina , di come ridurre i tempi di programmazione in tornitura , di nuove tecniche di lavorazione tipo “Trochoidal Preformance Cutting” e di  interconnessione tra macchine e soluzioni MES in ambito Industria 4.0.

Saremo lieti di condividere con tutti i clienti utilizzatori che interverranno le tante novità di questo 50° anniversario Hurco, che verranno introdotte dal direttore generale Paolo Casazza, che aveva
già creato Hurco Italia nel 1999 e che è da poco rientrato in azienda per dare nuovo vigore ed impulso all’organizzazione e alle vendite Hurco in Italia.