Fresa a riccio per lavorare il titanio

by Redazione 0

W_Mi_M3255-B_Tiger_P_01.tif

Lavorare all’utensile il titano è arduo, a causa della durezza e bassa conduttività termica del materiale. Lo sa bene Walter, che alla fresatura del titanio ha dedicato Blaxx M3255, nuova fresa a riccio a dentatura completa con design innovativo. Uno speciale inserto frontale con battuta assiale e la nuova forma degli inserti a fissaggio meccanico tangenziali consentono di disporla in modo “sovrapposto”, con più inserti per ciascuna fila di denti e più file di denti per ciascuna fresa, spiega l’azienda. Si ottiene in questo modo un tagliente “continuo”, che ingrana praticamente senza transizioni nel pezzo da lavorare.

Un’altra caratteristica innovativa della fresa Blaxx M3255 è la lubrificazione, eseguita su ogni singolo inserto a fissaggio meccanico, mentre ampi vani, resi possibili dalla nuova disposizione dell’inserto, agevolano l’evacuazione del truciolo. I vantaggi di questa configurazione si vedono soprattutto in presenza di scanalature, con possibilità di fresarne anche di diametro maggiore. L’utensile è anche adatto per fresare spallamenti, contorni e tasche su leghe in titanio.

Walter offre la fresa Blaxx M3255 nel campo diametri 50–80 mm. La geometria L65T è disponibile in due qualità di materiale da taglio: WSM45X, per elevati volumi di asportazione e lunga vita utensile; WSP45S, che garantisce invece elevata sicurezza di processo anche in condizioni difficili.