Formnext 2016, fiera delle tecnologie additive, utensili e stampi

by Redazione 0

formnext3

Dopo il debutto del 2015 prosegue il successo di formnext – la fiera del settore delle tecnologie additive, della  produzione di utensili e stampi – che, a sei mesi dall’inaugurazione dell’edizione 2016 (Francoforte, 15-18 novembre 2016), ha già raccolto le adesioni di oltre 70 nuovi espositori e di molti “precedenti espositori” che, grazie al bilancio positivo della fiera formnext 2015, aumenteranno quest’anno il loro spazio espositivo.


Settori industriali rappresentati. Nel campo dell’Additive Manufacturing è rappresentata l’elite mondiale degli espositori con Additive Industries, Alphacam, Arburg, Arcam, Citim, Concept-Laser, 3D Systems, DSM-Somos, EOS, EnvisionTec, FIT, HP, Keyence, Materialise, Prodways, Realizer, Renishaw, Ricoh, Sisma, SLM Solutions, Stratasys, Trumpf, Voxeljet e come new entry Canon e XJet.

Si distinguono anche altri settori industriali: dai vertici dell’industria meccanica, GF si presenta quest’anno con un proprio stand espositivo come anche Hermle e Sauer, la consociata DMG. Oltre alle tradizionali aziende delle tecnologie convenzionali (Antonius Köster, Bikar Metalle, Heraeus, Käfer Werkzeugbau, Kegelmann, Knarr, Lamy, Listemann,  Werth Messtechnik etc.), è ben rappresentato il settore del software con aziende quali Altair, Autodesk, Dassault Systemes, IKOffice e MachineWorks-Polygonica. Per la prima volta è presente anche Siemens AG.

La produzione Made in Italy in mostra. Anche l’Italia è rappresentata da espositori rinomati e innovativi come Open Technologies, Mekatronika, Sisma, 3NTR JDEAL-FORM, DWS e Lumi Industries. La loro gamma di prestazioni comprende i servizi d’ingegneria e la lavorazione CNC nonché le stampanti 3D a cera e metallo fino alla prototipazione e scannerizzazione 3D.

Proprio per l’industria italiana, forte nella costruzione meccanica, formnext offre un valore aggiunto poiché raggruppa i tradizionali metodi produttivi e l’Additive Manufacturing, mostrando enormi potenziali per la generazione futura della produzione industriale intelligente. Di questo traggono profitto i partecipanti alla conferenza, visitatori ed espositori.

Nuovi espositori internazionali. Le aziende provenienti da Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi, Cina e Stati Uniti sono attive principalmente nelle aree dei servizi, software e hardware, componenti e sistemi, macchinari e impianti nonché prototipi. Inoltre per l’edizione 2016 i nuovi espositori hanno optato per i settori dei materiali, servizi di ingegneria e costruzione di stampi.