Federmeccanica, una clip per sfatare i luoghi comuni sull’alternanza scuola-lavoro

by redazione 0

scuola-lavoro

Quanti sono ancora i luoghi comuni da sfatare sull’#alternanzascuolalavoro? Sono almeno cinque, come ci mostrano Massimiliano Bruno e tutto il cast di “Beata Alternanza”, il video realizzato da Federmeccanica nell’ambito del progetto Traineeship, con il contributo di 18 associazioni industriali territoriali.

Nella clip, scritta dallo sceneggiatore Gianni Corsi recitano alcuni dei ragazzi e attori del film “Beata Ignoranza”, tra cui Emanuela Fanelli, Luca Angeletti, MariaVittoria Argenti, Guglielmo Caligola Poggi e il regista Massimiliano Bruno. All’interno, il “diario” dell’esperienza di alternanza in azienda vissuta dallo studente poco “modello” Guglielmo, dal 1^ giorno di “prigionia” alla piacevole “scoperta” finale.

Cos’è Traineeship. “Traineeship” è un progetto pilota, promosso all’interno del Protocollo d’intesa firmato da Federmeccanica e MIUR destinato ad avviare, in collaborazione con INDIRE, un ambizioso programma di alternanza scuola-lavoro.

In linea con la Legge 13 luglio 2015, n. 107 (La Buona Scuola), tale azione pilota prevede l’avvio di percorsi formativi in alternanza, nei quali il periodo di esperienza lavorativa dello studente all’interno del contesto aziendale risulta pari ad almeno 400 ore nell’ultimo triennio. Inoltre, è fondamentale la collaborazione tra scuola e impresa, soggetti che dovranno elaborare congiuntamente il progetto formativo, le competenze da far acquisire ai giovani, nonché i metodi di valutazione e certificazione dei periodi formativi on the job e delle capacità sviluppate dai giovani.

Finalità. Le finalità  del progetto sono la diffusione e il rafforzamento dell’alternanza scuola-lavoro, in modo tale che questa diventi una vera e propria materia curriculare, rivolta a tutti gli studenti. L’obiettivo che si intende raggiungere mira ad aumentare il livello di employability dei giovani, a riconoscere l’equivalenza tra formazione school-based e work-based, a consolidare il raccordo scuola-impresa, ad allineare i fabbisogni di domanda e offerta di lavoro. I giovani acquisiranno inoltre competenze tecnico-professionali e svilupperanno soft skills, capacità relazionali e imprenditoriali.