Entro l’estate il piano del Governo su Industria 4.0

by Redazione 0

carlo-calend_810

Il Piano del Ministero dello Sviluppo economico su Industria 4.0 sarà pronto entro l’estate: sarà un piano “compiuto e dettagliato, che fornirà una cornice per gli obiettivi di policy con interventi orizzontali mirati ai fattori abilitanti”. A impegnarsi su questo tema è stato oggi il neoministro Carlo Calenda, in occasione dell’audizione in commissione Attività Produttive della Camera dei deputati.

Calenda ha riferito che bisognerà prestare molta attenzione sulle tecnologie, poiché non è facile prevedere quale sarà quella emergente e le decisioni prese oggi avranno effetti di lunghissimo termine: per questa ragione – ha spiegato – la neutralità tecnologica è importante. Il ruolo del Governo – ha poi chiarito – non è decidere il sentiero futuro dell’economia del paese, ma quello di rimuovere gli ostacoli e sostenere le imprese più innovative e lungimiranti.

Rispondendo ad una domanda, Calenda ha respinto l’idea che Industria 4.0 possa danneggiare il tessuto delle piccole e medie imprese, sottolineando invece gli effetti positivi della rivoluzione industriale digitale per la competitività del paese, soprattutto per le PMI, purchè vengano create le condizioni abilitanti allo sviluppo delle imprese. In quest’ottica – ha aggiunto il Ministro dello Sviluppo economico – occorre indirizzare gli investimenti verso le misure che hanno ottenuto un maggior successo”.

Tra gli elementi ritenuti fondamentali per la crescita del paese, Calenda ha ricordato anche lo sviluppo di una nuova imprenditorialità innovativa, la riduzione del digital divide delle PMI e la nascita di una finanza d’impresa.