Energia e dati viaggiano insieme

by Redazione 0

igus_microfiz

In un’ottica di integrazione uomo-macchina e macchina-macchina, anche la movimentazione di semilavorati, componenti e prodotti finiti in azienda richiede un sempre maggiore scambio di dati.

OLTRE LE BLINDOSBARRE. Nella logistica interna si utilizzano spesso blindo sbarre, che presentano però lo svantaggio di consentire la sola distribuzione di energia. Per poter trasmettere contemporaneamente energia e dati su corse fino a 100 metri in orizzontale, la tedesca igus propone il sistema di alimentazione micro flizz MF10, soluzione salvaspazio utilizzabile, ad esempio, nelle corse longitudinali di trasloelevatori.

COME FUNZIONA. Il sistema è composto da una catena portacavi in plastica, cavi flessibili chainflex per movimenti con raggi di curvatura ridotti e un profilo in alluminio.
La catena portacavi in plastica scorre in un canale di guida con un profilo estruso in alluminio anodizzato e dispone di “alette laterali”. Queste tengono costantemente la catena nella posizione corretta grazie ad una speciale scanalatura nella parte superiore e inferiore del canale. Le alette rientrano automaticamente quando la catena curva nel raggio. Un carrello alla fine della catena funge da punto mobile.
E’ anche possibile – segnala l’azienda – far scorrere contemporaneamente due catene portacavi in un canale di guida disponendole in senso contrario l’una rispetto all’altra, per poter muovere ancora più cavi.

VERSATILE. Il montaggio modulare del sistema, fornito su richiesta precablato, ne facilita l’adattamento a ogni applicazione. Il riempimento della catena portacavi può infatti variare a seconda delle necessità. In questo modo è possibile, ad esempio, gestire senza problemi i cavi in fibra ottica del programma chainflex, con velocità di trasmissione dati di oltre 10 Gbit/s, oppure tubi pneumatici, come quelli impiegati nei sistemi di stoccaggio con pinza ad azionamento pneumatico.
Si possono raggiungere velocità fino a 6 m/s e accelerazioni fino a 50 m/s2 senza guasti necessità di manutenzione per un lungo periodo. Inoltre, il carrello del punto mobile è in grado di supportare carichi fino a 50 chili.

TESTATO PER SEIMILA KM. Le prove eseguite nel laboratorio igus con una distanza di 6000 chilometri percorsa, hanno evidenziato la quasi totale assenza di usura. Il sistema premiato con l’iF Design Award si distingue inoltre per la semplicità di montaggio. Il profilo in alluminio con attacco universale con 3 cave a T permette, ad esempio, il collegamento rapido e user friendly ai trasloelevatori.