Due nuovi componenti per la piattaforma PIP

by Redazione 0

fusion

Autodesk ha annunciato l’inserimento di due nuovi pacchetti, Fusion Connect e Fusion Lifecycle, all’interno della piattaforma cloud PIP (Product Innovation Platform) Fusion, che integra tutte le fasi del ciclo di sviluppo del prodotto in un’unico ambiente.

Fusion Lifecycle è il nuovo nome del software PLM 360 basato su cloud di Autodesk che rende più efficiente il processo di sviluppo del prodotto. Fusion Connect, invece, è il nuovo nome di SeeControl, il software IoT ampiamente utilizzato in tutto il mondo, acquisito da Autodesk nel 2015 e rivolto alla creazione di prodotti e servizi connessi e intelligenti.

Alla base della nuova piattaforma cloud c’è Fusion 360, creato per mettere a disposizione dei progettisti gli strumenti per la modellazione parametrica e diretta, ingegneria meccanica, disegno, visualizzazione, simulazione, lavorazione e additive manufacturing; tutto disponibile in unico luogo e on-demand da qualsiasi dispositivo tramite una sottoscrizione a partire da 25 dollari al mese (gratuito per studenti e startup).
I tre prodotti continueranno ad essere disponibili singolarmente, ciascuno con una sua sottoscrizione per fornire flessibilità ai clienti, ma saranno sempre più integrati tra loro.

“Il processo tradizionale di sviluppo di un prodotto, oltre ad essere lento, necessita di diversi strumenti software disconnessi e molto costosi – spiega Stephen Hooper, senior director for manufacturing industry strategy di Autodesk. .- Per far fronte a queste problematiche, Autodesk ha creato un’unica piattaforma affidabile e in grado di supportare l’intero processo di sviluppo del prodotto: non solo la progettazione e la produzione, ma anche il periodo post-vendita di monitoraggio e servizi innovativi basati su sensori”.