Dentro al processo di produzione dei panni MEWA

by redazione 0

WEBEREI_x_DSC7199

All’interno di un cestello di lavaggio, con lo sguardo che segue, dal basso, da destra e da sinistra il movimento di tessitura sul telaio e dalle vertiginose altezze delle pale di un impianto eolico, il nuovo video MEWA mostra, da una prospettiva davvero insolita, quanto sia particolare il panno MEWA. In 100 secondi di suspense. 

L’eccellenza si nasconde nel dettaglio.  Spesso ci si deve avvicinare molto per capire perché qualcosa sia davvero così particolare. Questa l’idea da cui è partita MEWA per proporre, per una volta, immagini completamente diverse. All’inizio, ad un ritmo che ricorda il battito cardiaco, alcune scene tratte dai processi di tessitura MEWA mostrano la perfezione della produzione, con immagini che si susseguono velocemente. Tutto questo è Hightech. Qui, da un filato speciale, nasce il panno migliore del mondo: assorbente, resistente allo strappo, robusto e – un particolare molto importante – riutilizzabile.

Tra le mani di operatori e di robot, in tipografia, in officina, su una pala eolica. 2,7 milioni di utilizzatori, tutti i giorni.  Indipendentemente dal settore, il nostro panno viene utilizzato sempre. Può essere usato molte volte, prima di essere gettato nel contenitore di sicurezza SaCon – e qui le immagini sono davvero sorprendenti! E’ qui che inizia il modernissimo sistema di riutilizzo. Le immagini procedono a ritmo incalzante per mostrare i cestelli di lavaggio, i processi di asciugatura e lo scrupoloso controllo di qualità. Il fatto che vengano utilizzati detergenti ecologici e che le sostanze impure derivate dal lavaggio vengano valorizzate termicamente, per MEWA è normale. Materia prima, processi produttivi e sistema di riutilizzo: il panno è ecologico fin nei minimi dettagli. E alla fine i panni si presentano puliti e pronti per essere nuovamente utilizzati.