Debutto da record per SurfaceTechnology GERMANY

by redazione 0

SurfaceTechnology GERMANY (5. ¿ 7. Juni 2018) - internationale Fachmesse für Oberflächentechnik in Stuttgart.

Chiude con oltre 6.000 visitatori specializzati la fiera internazionale delle tecnologie per il trattamento delle superfici


Lo scorso 6 giugno era già chiaro a metà giornata che SurfaceTechnology GERMANY ce l’aveva fatta. In realtà si era solo a metà fiera, ma praticamente in tutti gli stand si respirava grande soddisfazione, e in parte anche euforia, per i molti colloqui d’affari conclusi con successo. In chiusura della tre giorni si sono registrati un po’ più di 6.000 visitatori specializzati. La fiera internazionale delle tecnologie per il trattamento delle superfici si è dimostrata pienamente all’altezza delle attese: con un nuovo nome e interamente all’insegna del verde, l’ex O&S ha sfoggiato un profilo ancora più internazionale, dimostrandosi nuovo punto di partenza all’insegna della continuità. L’obiettivo è stato raggiunto. Un quarto dei circa 300 espositori e dei visitatori specializzati era di provenienza estera.

“Il debutto è riuscito”, dice Olaf Daebler, Global Director di SurfaceTechnology presso Deutsche Messe. “Una superficie occupata senza precedenti assicurava già le migliori premesse. L’importante affluenza di visitatori ha completato il quadro alla perfezione: SurfaceTechnology GERMANY non solo si mantiene allineata con gli eccellenti risultati di quella che era O&S, ma ne decreta un importante superamento in termini di internazionalità, di settori utenti e di importanza per il mercato”. Con la massima occupazione finora raggiunta di 8.286 metri quadrati, la manifestazione si è rivelata immagine riflessa del positivo clima che si respira nel settore delle tecnologie per il  rivestimento delle superfici. E anche il fatto che abbia occupato praticamente al completo l’enorme padiglione 1 del parco fiere di Stoccarda ha avuto eccellenti ripercussioni.

Contatti e colloqui di alto livello. La collettiva dell’Associazione centrale tedesca della tecnologia per le superfici (ZVO) è per tradizione uno dei settori più importanti di SurfaceTechnology GERMANY. Con 77 aziende schierate, la collettiva ha proposto anche quest’anno un imponente quadro d’insieme della galvanotecnica. “I nostri espositori tracciano praticamente tutti un bilancio da positivo a molto positivo”, dice Christoph Matheis, Direttore Generale di ZVO. “La qualità dei contatti e dei colloqui si è imposta sin dal primo giorno grazie alla presenza di numerosi fornitori OEM e di primo livello. Il secondo giorno si è poi toccata con mano anche l’attesa affluenza di visitatori: gli stand dei nostri espositori hanno registrato una vivace presenza di addetti ai lavori
praticamente per tutta la durata della manifestazione. È inoltre notevolmente cresciuto il profilo internazionale dei visitatori: un buon 50 per cento arrivava dall’estero e molti degli operatori esteri provenivano da Paesi extraeuropei.”

Anche Martin Riester, Direttore della Divisione Tecnologia delle Superfici all’interno dell’Associazione dei costruttori tedeschi di macchine e impianti (VDMA), traccia un bilancio positivo: “Il settore sta andando molto bene. Lo si è toccato con mano a Stoccarda. Abbiamo avuto molti colloqui interessanti con clienti in cerca di soluzioni a problemi specifici. E abbiamo potuto presentare loro molte proposte. La collocazione nel padiglione 1 e il nuovo nome di SurfaceTechnology GERMANY promettono di potenziare il ruolo di appuntamento con la tecnologia delle superfici della location di Stoccarda.” Le aziende di VDMA hanno esposto soluzioni per il trattamento delle superfici a impiego efficiente delle risorse rivolte ai più diversi settori utenti – ampiamente rappresentati dai visitatori specializzati della manifestazione.

Austria e Italia al primo posto per numero di visitatori. Secondo l’indagine condotta dagli organizzatori, la maggior parte dei visitatori rappresentava l’industria della lavorazione e del trattamento dei metalli, subito seguita dai settori dell’industria automobilistica, della costruzione di macchine e impianti, dell’elettronica e delle materie plastiche. Anche utenti dell’industria aeronautica e aerospaziale, della tecnica medicale, dell’industria dei semiconduttori o della meccanica fine e di precisione hanno approfittato di questo appuntamento per informarsi su soluzioni, prodotti e servizi dell’industria delle superfici. I tre quarti dei visitatori internazionali di SurfaceTechnology GERMANY arrivavano dall’Europa, un buon 17 per cento però anche dall’Asia meridionale, orientale e centrale. I Paesi di maggiore provenienza dei visitatori sono stati quest’anno Austria e Italia, seguiti da Svizzera, Cina, Spagna e Repubblica Ceca. Oltre due terzi dei visitatori internazionali erano alla loro prima presenza a Stoccarda. L’Italia figurava – e con netto distacco – al primo posto tra i Paesi espositori esteri. “Noi abbiamo partecipato per la decima volta alla fiera. La nostra esperienza è assolutamente positiva”, dichiara Natascia Santolin dell’azienda padovana Galvo Service. “Positiva sia per la quantità sia per la qualità dei contatti, oltre
che per l’eccellente organizzazione dell’evento, e non solo nella fase preparatoria ma anche durante lo svolgimento dei lavori.”

Con una quota pari al 98 per cento, la percentuale dei visitatori qualificati di SurfaceTechnology GERMANY è altissima. Anche la percentuale dei decision maker è elevata: l’86 per cento dei visitatori ha dichiarato di prendere parte alle decisioni della propria azienda. Più di un visitatore su due ha detto di occupare una posizione dirigenziale, e la percentuale dei top manager presenti è  risultata essere del 31 per cento. I principali obiettivi dichiarati per la visita in fiera sono: ricerca di novità e di una panoramica di mercato, ricerca di  fornitori. Un terzo circa degli intervistati ha affermato di essere a Stoccarda in cerca di soluzioni concrete per la propria azienda. Altrettanto elevata era la quota di chi aveva progetti di investimento reali. Un altro 47 per cento si è detto comunque interessato a prendere in considerazione possibili investimenti.

Grande interesse per il Forum e per lo Speakers Corner. Il Forum SurfaceTechnology – punto di incontro centrale per il transfer di know-how e lo scambio di esperienze – ha registrato il tutto esaurito, soprattuto il mercoledì, giornata centrale della fiera. Relatori di alto profilo hanno informato il pubblico specializzato della manifestazione sulle tendenze attuali della tecnologia per il trattamento delle superfici nel corso di 42 interventi della durata di 20 minuti ciascuno. Per temi come il Regolamento UE REACh – e le sue disposizioni in merito all’impiego di sostanze chimiche a tutela della salute e dell’ambiente – o i nuovi trattamenti galvanici non c’era nemmeno un posto a sedere libero dei 100 predisposti. Uno degli highlight del Forum è stata l’assegnazione del Premio all’Innovazione “Die Oberfläche 2018” (La Superficie 2018) da parte dell’Istituto Fraunhofer per l’ingegneria di produzione e di automazione (IPA) di Mannheim. Il Premio è andato
all’azienda tedesca plasotec GmbH, i cui ingegneri hanno sviluppato un processo attraverso il quale è possibile lucidare superfici metalliche senza contatto. Lo Speakers Corner di nuova ideazione si è rivelato un importante plus: collocato nell’area direttamente confinante con il Forum, ha offerto agli spettatori la possibilità di fare domande e chiedere ulteriori approfondimenti ai relatori subito dopo le loro presentazioni.

Altrettanto successo hanno riscosso gli espositori della collettiva “Catena di processo della tecnologia per le superfici”, allestita di fronte al Corner. Si trattava di fatto di una mostra della vasta offerta del settore che ha consentito di prendere visione dei diversi ambiti della finitura superficiale delle parti. “Soprattutto i prodotti esposti hanno richiamato attenzione sul nostro stand”, dice Herbert Kaeszmann, organizzatore dello spazio WoTech. “Le aziende partecipanti hanno espresso l’intenzione di esserci anche la prossima volta.” Il programma espositivo di SurfaceTechnology GERMANY abbraccia l’intera offerta di tecnologia per le superfici: galvanotecnica, tecnologia della granigliatura, spruzzatura termica, tecnologia al plasma e al laser, materiali di rivestimento, trattamento delle superfici, tutela ambientale e tecnologia di alimentazione, servizi, trattamento preliminare, pulizia, sistemi di misura, controllo e analisi. La prossima SurfaceTechnology GERMANY si terrà a Stoccarda dal 16 al 18 giugno 2020.