Cento milioni per innovazione e internazionalizzazione

by Redazione 0

creval

Credito Valtellinese (Creval) e SACE (Gruppo CDP) hanno raggiunto un accordo che mette a disposizione delle aziende clienti dell’istituto bancario 100 milioni di euro per finanziamenti volti a sostenere progetti d’innovazione e crescita all’estero nell’ambito del programma “2i per l’Impresa – Innovazione & Internazionalizzazione” sviluppato da CDP (anche in qualità di ente nazionale di promozione del piano Juncker), SACE e FEI (Gruppo BEI).

I mutui potranno essere utilizzati per finanziare investimenti finalizzati a sostenere il percorso d’innovazione e internazionalizzazione come, a titolo di esempio, il rinnovo di macchinari e attrezzature tecnologiche, la tutela del Made in Italy e la registrazione di brevetti, le attività promozionali, pubblicitarie e fieristiche, l’acquisizione di partecipazioni e la realizzazione di joint-venture.

Possono beneficiare dei finanziamenti piccole e medie imprese con non più di 499 addetti e fatturato fino a 250 milioni di euro, che abbiano registrato vendite all’estero per almeno il 10% del totale. Le aziende potranno rivolgersi agli sportelli del Credito Valtellinese per richiedere finanziamenti, garantiti da SACE, destinati a sostenere esigenze di capitale circolante o di investimento connesse a processi di espansione sui mercati esteri o aumento della quota di esportazioni.

I finanziamenti chirografari, con durata fino a 7 anni, partono da 50.000 euro per arrivare ad un massimo di 7,5 milioni di euro e potranno essere garantiti da SACE fino all’80%.

Società del Gruppo CDP, SACE offre servizi di export credit, assicurazione del credito, protezione degli investimenti all’estero, garanzie finanziarie, cauzioni e factoring. Con 81 miliardi di euro di operazioni assicurate in 198 paesi, sostiene la competitività delle imprese in Italia e all’estero, garantendo flussi di cassa più stabili e trasformando i rischi di insolvenza delle imprese in opportunità di sviluppo.