Catena portacavi in poliammide per spazi applicativi ridotti

by redazione 0

KABELSCHLEPP_ catena_portacavi_TKK39_web

Con la serie TKK, KABELSCHLEPP presenta una nuova catena portacavi per spazi applicativi ridotti e condizioni ambientali difficili, come ad esempio nelle applicazioni di sollevamento aereo. La TKK39 è autopulente, molto stabile e nel contempo leggera e compatta. Convince la sua particolare resistenza a torsione e la capacità di supportare lunghe corse autoportanti sino a 5 m.

Il design compatto della TKK39 è impressionante ed è caratterizzato fra l’altro dall’altezza di montaggio di soli 142 mm rispetto alle soluzioni comparabili, che consente di ridurre l’altezza di
montaggio del 65 %. La catena portacavi può essere installata sia in autoportanza che con disposizione scorrevole; supporta velocità di 3 m/s e accelerazioni di 9 m/s 2 . I raccordi terminali in
acciaio molto corti consentono un montaggio facile e veloce e vengono avvitati direttamente alla console o al piano di supporto. Le maglie di catena sono realizzate interamente in materiale plastico. Oltre a questo tipo di esecuzione completamente in poliammide, dal peso ottimizzato, KABELSCHLEPP produce anche una vasta gamma di catene portacavi in forma ibrida con
traversini in alluminio e catene in acciaio.

“La nuova catena della Serie TKK è stata appositamente progettata per applicazioni di sollevamento aereo e piattaforme”, spiega Werner Eul, Product Manager Cable Carrier Systems di KABELSCHLEPP. “Grazie alla disposizione compatta nei bracci di sollevamento si realizzano grandi lunghezze in estensione e l’elevata resistenza a torsione garantisce uno scorrimento
rettilineo”. Queste caratteristiche sono vantaggiose anche in altri settori di utilizzo come ad esempio per installazioni su macchine agricole, per movimento a terra, macchine edili, nella
tecnologia di perforazione o anche nell’industria del cemento. Si può affermare che “In generale la TKK39 si dimostra performante ovunque vi siano condizioni ambientali difficili in uno spazio
ridotto e dove sia richiesta una buona stabilità laterale e resistenza a torsione”.

Nelle applicazioni di sollevamento aereo, le catene portacavi vengono installate in outdoor esposte a intemperie, sporcizia o persino a caduta di scarti. Per garantire un funzionamento regolare nonostante le condizioni difficili, le catene portacavi TKK sono dotate di meccanismo di snodo anti intrusione polveri, sporcizia e trucioli. I residui di sporcizia o altro vengono facilmente eliminati dalla superficie della catena particolarmente liscia, inoltre la catena portacavi è autopulente nelle applicazioni scorrevoli: si esclude la compattazione o formazione di residui, grazie alla curvatura delle maglie sul meccanismo di snodo che ne impedisce l’accumulo.

Anche la costruzione del separatore della TKK39 è geniale: la catena portacavi è dotata di traversini ottimizzati per la protezione dei cavi, che possono essere non apribili o apribili a scatto sul lato inferiore della catena. Separatori mobili o fissi ogni 2 mm consentono di realizzare una suddivisione orizzontale flessibile in poliammide o alluminio a vantaggio di un alloggio ottimale dei cavi.