Carlo des Dorides confermato a capo dei satelliti europei

by Redazione 0

dorides

doridesIl board di GSA (Global Satellite Agency, l’agenzia europea che gestisce una serie di attività sui programmi europei di posizionamento e navigazione via satellite, come Galileo ed Egnos, ha confermato all’unanimità per altri 4 anni il mandato a Carlo des Dorides, direttore esecutivo dal gennaio 2011 che, si legge in una nota ASI (l’Agenzia Spaziale Italiana), “ha puntato con crescente energia e decisione sulla mission principale dell’Agenzia: raggiungere il massimo ritorno sugli investimenti europei nel sistema di navigazione satellitare globale”.
Laureatosi in ingegneria a Roma nel 1987, dopo un Master in Business Administration alla Fondazione CUOA di Vicenza e un perfezionamento all’International Space University di Tolosa (Francia), des Dorides è arrivato in GSA al termine di una lunga e prestigiosa carriera nel settore aerospaziale. Prima in campo privato, in Alenia e all’ENAV negli anni Novanta, poi dal 2004 si è occupato in una veste istituzionale dei programmi di navigazione satellitare europei (in particolare curando la definizione della exploitation phase Galileo-Egnos) ricoprendo incarichi di vertice al GNSS (Global Navigation Satellite System) fino alla direzione esecutiva GSA.
Si tratta di un mercato in costante crescita, che oggi vale 53 mila posti di lavoro qualificato nella sola Europa. Secondo l’ultimo report pubblicato dalla Commissione Europea, i quasi 4 miliardi di dispostivi per i servizi GNSS in uso oggi su scala mondiale triplicheranno di numero per il 2023 e la crescita complessiva dei valori di mercato del settore è stimata superiore all’8% annuo (almeno fino al 2019). La regione del pianeta che sarà interessata dalla crescita maggiore sarà quella asiatico-pacifica, dove per il 2023 si calcola di passare dagli attuali 1,7 a 4 miliardi di device.