Campionato Tornitori 2015, i vincitori sul podio

by Redazione 0

tornitori

tornitoriIl miglior tornitore italiano è Luca Sarcina. L’operaio 21enne di Bollate (MI), diplomato IPSIA in Manutenzione e assistenza tecnica, ha realizzato la miglior prova su un tornio a 2 assi motorizzati nella finale nazionale del Campionato Tornitori 2015 che si è tenuta giovedì 19 novembre al TAC (Centro Tecnologico Applicativo) Macchine Utensili di Siemens a Piacenza, davanti a Jason Merlin, 19enne di Tromello (PV) e Singh Praminder, nato in India nel 1995 e residente a Montecchio Maggiore (VI), entrambi diplomati come perito meccanico.
Il 2° Campionato Tornitori si è tenuto in 12 tappe (Forlì, Casalecchio di Reno, Vimercate, Legnano, Rivoli, Brescia, Modena, Gallarate, Pavia, Vicenza, Reggio Emilia, Piacenza) che dal 19 ottobre al 13 novembre ha visto sfidarsi oltre 140 partecipanti di ogni territorio, in un esercizio di programmazione ISO su simulatore CNC Sinumerik di Siemens. Un mese di sfide in tutta Italia per mettere alla prova competenze teoriche, abilità pratiche ed esperienza testando le conoscenze di meccanica, la manualità e la capacità di programmazione delle moderne macchine a controllo numerico.
L’iniziativa di Randstad Technical (specialty attiva nella ricerca, selezione e gestione delle risorse qualificate in ambito metalmeccanico ed elettrotecnico di Randstad, secondo player al mondo nel mercato delle risorse umane) in collaborazione con Siemens ha dimostrato ancora una volta l’attenzione alla formazione di profili professionali più rispondenti alle esigenze del mercato del lavoro. L’iniziativa è inoltre patrocinata da Ucimu www.ucimu.it (l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot, automazione) e con partecipazione di CNOS-FAP.
Durante la giornata finale i tornitori di tutta Italia hanno potuto dimostrare la propria abilità attraverso una prova pratica (realizzando un programma su disegno meccanico con il simulatore di tornitura Sinumerik di Siemens) davanti alle imprese del territorio, ma anche incontrarle in uno spazio dedicato ai colloqui di lavoro. Alla finale hanno partecipato i 12 autori delle migliori prove in ciascuna tappa locale: le loro prove sono state giudicate da una giuria tecnica composta da esponenti del mondo dell’istruzione e dell’impresa, che ha selezionato i migliori 3 e posti davanti a un tornio a 2 assi motorizzati, con cui hanno dovuto realizzare il pezzo meccanico. Nei 2 giorni precedenti, tutti i finalisti hanno potuto usufruire di una formazione dedicata all’utilizzo di queste macchine (dalla scelta dell’utensile, all’utilizzo del magazzino, dal piazzamento dei pezzi al carico-scarico macchina).
La finale, sotto l’occhio attento di numerose aziende del settore, ha messo in luce sia le competenze di meccanica necessarie alla lettura del disegno e all’analisi della lavorazione, che quelle tecnico-informaticheutili all’inserimento dei corretti comandi di programmazione, decretando la classifica finale. I tre tornitori sul podio beneficeranno di un corso di formazione sulla programmazione di macchine a controllo numerico presso il TAC Siemens di Piacenza.