Busetto designato alla Presidenza Anie

by Redazione 0

busetto

Il Consiglio Generale di ANIE Confindustria, Federazione nazionale delle imprese elettrotecniche ed elettroniche, ha designato Giuliano Busetto, responsabile settore industriale di Siemens Italia, come prossimo presidente, rilevando nella funzione Claudio Andrea Gemme.

Busetto guida dal 2008 il settore industriale di Siemens Italia nelle sue diversificate organizzazioni – strutturate nelle due divisioni Digital Factory e Process Industries and Drives -, con responsabilità allargata ad alcuni paesi dell’area mediterranea. Vanta inoltre una lunga esperienza associativa, in quanto presidente dal 2010 di ANIE Automazione, l’associazione che in ANIE Federazione rappresenta il punto di riferimento italiano per le imprese fornitrici di tecnologie per l’automazione di fabbrica, di processo e delle reti.

PROGRAMMA. Giuliano Busetto ha ottenuto la fiducia del Consiglio Generale della federazione con un programma che punta su tre tematiche fondamentali per l’intera industria italiana e trasversali al vasto ambito delle imprese associate:

  • Infrastrutture intelligenti: il loro potenziamento, insieme a quello dei trasporti, la migrazione verso le tecnologie digitali per il controllo degli edifici intelligenti e delle reti, la progressiva evoluzione verso la mobilità elettrica sono nodi chiave per la realizzazione di smart building e smart city, tematiche per le quali le aziende ANIE hanno il dominio delle tecnologie e dell’impiantistica.
  • Energia: produzione, trasmissione e distribuzione di energia sono elemento portante della politica industriale del Paese; le imprese ANIE sono attore di primo piano nel nuovo paradigma della generazione distribuita, con un ruolo sempre crescente delle rinnovabili. In quest’ottica efficienza energetica, sostenibilità ambientale e circular economy diventano ambiti sempre più importanti, anche in vista dei prossimi sviluppi a livello europeo.
  • Digitalizzazione del manifatturiero: è l’elemento cardine per contribuire in maniera determinante a rafforzare l’industria italiana e a mantenere in Italia un comparto produttivo competitivo e di eccellenza a livello globale: le tecnologie già oggi presenti in ANIE e in fase di ulteriore innovazione tecnologica sono necessarie e imprescindibili per lo sviluppo di Industria 4.0.

Il programma del Presidente designato prevede anche altri temi caratterizzanti , tra cui il rafforzamento dei rapporti con le imprese committenti, gli enti e le associazioni di clienti e mercati affini, l’internazionalizzazione, il supporto sul nuovo Codice degli appalti pubblici, la Ricerca e Sviluppo, l’Education.

L’elezione del Presidente e la presentazione dei cinque vice presidenti che lo affiancheranno sono in porgramma durante l’assemblea della Federazione, convocata per il prossimo mese di novembre.

busetto_management_vert_200CURRICULUM. Classe 1957, Busetto ha una Laurea in Ingegneria Elettrotecnica conseguita al Politecnico di Milano e un master in Marketing Management presso la SDA Bocconi. La sua carriera comincia in Hartmann&Braun, società del gruppo Mannesmann, dove ricopre ruoli di crescente rilevanza in ambito tecnico e successivamente commerciale: nominato dirigente nel 1990, assume e mantiene fino al 1996 l’incarico di Direttore della Divisione Industries, attiva nel controllo dei processi industriali, degli impianti di cogenerazione e gassificazione. Nel corso dello stesso anno la Società è acquisita da Elsag Bailey Process Automation N.V., controllata da Finmeccanica. E’ nominato Direttore Finmeccanica e guida dapprima una delle Business Unit relative ai sistemi di controllo di processo e successivamente la Divisione Prodotti e Sistemi di Analisi, integrando anche le attività della Società Fisher e Porter, rilevata nel frattempo.
Nel corso del 1999 l’intero gruppo internazionale Hartmann&Braun-Elsag Bailey viene acquisito dal colosso svizzero-svedese ABB, dove assume incarichi di sempre maggior importanza fino a essere nominato Senior Vice President con responsabilità di Sales and Marketing per le divisioni Utilities (sistemi e soluzioni per la generazione e distribuzione di Energia) e Power Technology Products (trasformatori di potenza, di distribuzione, prodotti e componenti di alta e media tensione).
Nel luglio 2002 approda in Siemens come Managing Director della Divisione impiantistica Industrial Solutions & Services, attiva prevalentemente in specifici comparti del mondo industriale e delle infrastrutture, ricoprendo contemporaneamente anche il ruolo di Amministratore Delegato e Presidente di TAU Controllo Processi, SIS-Toscana, operante nel global service, e Treesse, tutte facenti capo alla stessa Divisione. In quest’ambito compie un processo d’integrazione, di focalizzazione delle attività sui principali clienti finali e di completo “turnaround” positivo in termini di profittabilità.
Il 1° gennaio 2006 assume la responsabilità della Divisione Automation and Drives, costituita da un esteso portafoglio di prodotti di automazione, controllo, drives e distribuzione di energia, che porta a livelli di fatturato di 1 miliardo di euro e a un rafforzamento della leadership sul mercato. Infine, dall’ottobre 2008 guida, come Country Sector CEO, tutte le attività industriali di Siemens Italia raggruppate nel nuovo Settore Industry, che con Healthcare ed Energy costituiscono il Gruppo in Italia e nel mondo.