Automazione, un marchio per il Made in Italy

by Redazione 0

made-italy

made-italyL’associazione senza scopo di lucro PLC Forum ha ideato il PLC Forum Made in Italy, un marchio volto ad attestare l’origine italiana delle aziende e dei prodotti dell’intero comparto dell’automazione industriale ed elettronica.
Un’idea nata con l’obiettivo di andare a contrastare la contraffazione, l’abuso e la falsificazione del made in Italy in Italia e nel mondo. Un marchio dedicato al settore dell’automazione industriale ed elettronica, un comparto che non possedeva ancora marchi di certificazione di origine italiana tanto utilizzati in altri settori, quali quello del Food & Beverage.
Si tratta di un marchio applicabile all’intera azienda o al singolo prodotto (e famiglie di prodotto) per assicurare che la produzione sia totalmente in Italia, che i semilavorati e le varie componenti siano prodotte su suolo italiano e che i prodotti siano conformi alle norme cogenti applicabili.
Per ottenerlo, al produttore basta eseguire un iter semplice e immediato: si autocertifica l’azienda o il prodotto sul sito per poi ricevere un controllo da parte di un team qualificato che realizzerà audit documentali e presso il fabbricante in modo da comprovare l’autenticità della dichiarazione rilasciata. La convalida sarà comunicata via e-mail una volta ottenuto un risultato positivo delle verifiche o la chiusura delle eventuali non conformità registrate: ma per tutto il periodo di possesso del marchio potranno essere effettuati audit di sorveglianza, volti a monitorare il continuo soddisfacimento dei requisiti.
Il marchio PLC Forum Made in Italy fa riferimento a disposizioni comunitarie in materia di origine non preferenziale della merce: ogni specifica su regolamenti normativi e legislativi è contenuta nei disciplinari che ne regolano ogni aspetto, scaricabili dal sito ufficiale.