Aperta la XXIX Biennale italiana delle Macchine Utensili

by Redazione 0

29-BiMU

29-BiMUCon il convegno inaugurale di oggi martedì 30 settembre, alle ore 10.30, nella sala Martini del Centro Congressi Stella Polare di Rho (MI), si è aperta la 29a edizione della fiera Bi-MU, con oltre 1060 imprese su una superficie espositiva totale di 90 mila mq (e il 47% degli espositori dall’estero).
Nel convegno, aperto da Luigi Galdabini (presidente Ucimu – Sistemi per Produrre), Michele Perini (presidente FieraMilano), Benito Benedini (presidente Fondazione FieraMilano), Roberto Maroni (presidente Regione Lombardia), si è tenuta la tavola rotonda incentrata su “Quale futuro per l’Europa: focus sul settore della macchina utensile”.
Tra i partecipanti gli stessi Luigi Galdabini e Roberto Maroni, oltre a Giulio Sapelli (docente di storia economica all’Università degli Studi di Milano e ricercatore emerito per la Fondazione Eni Enrico Mattei), Jean-Camille Uring (presidente Cecimo), Giorgio Vittadini (presidente Fondazione per la Sussidiarietà e professore di statistica metodologica all’Università degli Studi di Milano-Bicocca), moderati da Debora Rosciani, giornalista di Radio24.
Tra gli eventi pensati per valorizzare ancora di più la permanenza degli operatori presenti segnaliamo Quality Bridge (tradizionale rassegna convegnistica dedicata ai temi tecnici del settore), Pianeta Giovani (spazio per la formazione permanente aperto e rivolto a studenti e addetti del settore che intendono aggiornare le proprie competenze, con la finale del Campionato del Tornitore) e Onda Rossa (area in cui sono esposti alcuni tra i più prestigiosi modelli a marchio Ferrari).
Dopo un articolato percorso volto a ridurre l’impatto sull’ambiente, la manifestazione ha ottenuto la certificazione di evento sostenibile secondo la norma internazionale ISO 20121:2012, confermando così all’avanguardia, tra i pochissimi in Italia a essersi sottoposto alle verifiche necessarie a ottenere il conferimento da ICIM.