A SPS in tre fanno Industria 4.0

by Redazione 0

br_comau_sps

Tre aziende italiane del settore automazione – Comau, B&R e Datalogic – hanno unito le forze per presentare a SPS IPC Drives Italia (Parma, 24-26 maggio) le potenzialità di Industria 4.0 quando si adottano standard di comunicazione aperti e un approccio collaborativo nell’ottica di fornire soluzioni integrate per i processi industriali.

comau_br_datalogicMARCATURA LASER PERSONALIZZATA. All’interno dell’area Know-How 4.0, al padiglione 4, sarà allestita dai tre partner una cella robotizzata per la marcatura laser (foto in alto), a dimostrazione di come sia possibile integrare ogni componente in tempi brevi, realizzando una macchina articolata e intelligente.
I visitatori potranno interagire con la macchina attraverso un Automation Panel B&R, mentre un robot Racer3 di Comau, governato da azionamenti ACOPOSmulti di B&R, manipolerà alcuni oggetti da personalizzare con il nome del visitatore, e si coordinerà con una smart camera, con barriere di sicurezza e con il marcatore laser a fibra UniQ All-in-one di Datalogic. Al termine del processo, il visitatore riceverà l’oggetto personalizzato con il proprio nome.

VERIFICA DI INTEGRITÀ. Oltre alla marcatura laser, sarà visibile presso stand Datalogic (Pad 3, Stand C002) una macchina dimostrativa dedicata ad ambienti regolamentati, come il farmaceutico, dove un robot Comau opererà guidato da telecamere e barriere ottiche Datalogic, sotto il controllo di azionamenti intelligenti B&R, coordinati e integrati attraverso Powerlink. La macchina è progettata per ispezionare e verificare in modo rapido e intelligente l’integrità del tappo e della guarnizione delle fiale movimentate all’interno della cella, consentendo al visitatore di visualizzare in tempo reale l’esito del controllo di qualità direttamente dal pannello B&R.

br_spsTRASPORTO CON SUPERTRACK. All’interno dello stand B&R (Pad. 3, Stand C014) sarà allestita una stazione dimostrativa del nuovo sistema di trasporto basato su motori lineari magnetici SuperTrak (foto a destra), che si coordina con la robotica attraverso lo standard Powerlink per manipolare oggetti in rapido movimento sulla linea. Per il controllo del robot Comau, inoltre, l’integrazione è nativa grazie al progetto openROBOTICS.

PROTOCOLLI OPEN. Grazie alla totale integrazione di tutte le parti dell’automazione e all’adozione di standard di comunicazione aperti, come Ethernet Powerlink, è possibile sfruttare le informazioni disponibili dai sempre più numerosi dispositivi intelligenti in campo – spiegano le tre aziende coinvolte nel progetto -. Parliamo di controlli, interfacce uomo macchina, I/O, attuatori e di quei dispositivi smart che stanno entrando a grandi passi nella catena di automazione periferica con l’obiettivo di offrire maggiore flessibilità e qualità in produzione, come i sistemi di visione e i robot. Tutte queste parti sono sistemi ciber-fisici, fonti di informazioni preziose per elaborare strategie di ottimizzazione della produzione e ottenere una vera fabbrica intelligente.